Tè verde: con l’acqua in bottiglia fa più bene alla salute

Tè verde: con l’acqua in bottiglia fa più bene alla salute

Secondo gli scienziati per beneficiare delle proprietà salutari del tè verde bisogna utilizzare acqua in bottiglia invece dell’acqua del rubinetto. Il risultato è un tè con quasi il doppio della quantità di antiossidanti, secondo uno studio della Cornell University.

Se bevi tè verde per gusto, l’acqua del rubinetto produrrà la tazza migliore, assicurandoti che non sia troppo amara. EGCG (gallato di epigallocatechina) è un antiossidante naturale trovato nel tè verde, utile per il cervello e il cuore. I risultati hanno mostrato che i livelli di ECGC nei tè verdi erano “drasticamente ridotti” in quelli prodotti con acqua di rubinetto bollita. Nessun effetto è stato notato nei tè neri.

I ricercatori hanno detto che questo è dovuto al fatto che i livelli di calcio, magnesio e ferro sono più alti nell’acqua di rubinetto. Il professor Robin Dando, uno degli autori dello studio, ha dichiarato: “L’acqua in bottiglia è in grado di estrarre l’EGCG in modo più efficiente”. Ha aggiunto che questo è perché il calcio e il magnesio sono stati filtrati dall’acqua “più pura” e la concentrazione di ferro è anche “ridotta di una tacca”. Il professor Dando ha aggiunto: “Con l’acqua più pura, ottieni più benefici per la salute dal tè”.

Ai consumatori piaceva il tè verde preparato usando l’acqua del rubinetto più che l’acqua in bottiglia, perché produceva un gusto più dolce. Ma non c’era quasi differenza nel tè nero prodotto con acqua di rubinetto o acqua in bottiglia. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nutrients. “Il consumatore medio di tè nero non è in grado di dire la differenza”, ha affermato l’autrice principale Melanie Franks. “Sia che si tratti di acqua del rubinetto o di acqua in bottiglia, le differenze di gusto sono troppo sottili. Poiché il tè nero ha meno catechine del tè verde a causa del processo di ossidazione nella produzione, il tipo di acqua utilizzata sembra meno importante per il bevitore di tè di tutti i giorni.”

L’ECGC è stato trovato per allontanare o rallentare la progressione della malattia di Alzheimer in uno studio del 2015 dell’Università del Missouri, quando combinato con l’attività fisica. Ma altri componenti trovati nel tè verde – la caffeina, l’aminoacido L-teanina e altre catechine hanno mostrato possibili benefici per la salute negli studi. Questi includono il colesterolo più basso, un minor rischio di Parkinson e cancro.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post