Tisana mela e cannella, rimedio naturale per i cambi di stagione

Tisana mela e cannella, rimedio naturale per i cambi di stagione

Durante i cambi di stagione la tisana mela e cannella è un autentico toccasana contro i piccoli malanni, i dolori articolari dovuti agli sbalzi di temperatura e regolare la transizione intestinale in modo impeccabile. Inoltre è ricca di antiossidanti e antinfiammatori, ma come per tutti gli alimenti è bene fare attenzione a non abusare della cannella: la dose ideale di questa spezia è rappresentata da tre grammi al giorno.

ThinkstockPhotos-108681056

La tisana mela e cannella sa combinare le proprietà benefiche di due prodotti naturali che non dovrebbero mai mancare nelle nostre case. La mela ha effetti antitumorali grazie alla presenza  di procianidina, che riesce a contrastare in modo efficace l’invecchiamento delle cellule e quindi lo svilupparsi dei tumori. Ricca di flavonoidi, favorisce l’assorbimento del calcio prevenendo l’osteoporosi, è un valido aiuto contro asma e bronchiti, regolarizza i livelli di zucchero nel sangue, è depurativa, ha proprietà astringenti, fa bene al cuore e riduce il colesterolo.

La cannella, invece, è un ottimo funghicida, antibatterico e antisettico per le vie respiratorie e urinarie, ha un grande potere antiossidante, è un alleato per chi soffre di glicemia, in quanto regolarizza i livelli di zucchero nel sangue, aumenta la concentrazione e può prevenire alcune malattie neurologiche degenerative. In più la cannella è un energizzante naturale ed è perfetta per la spossatezza che contraddistingue i cambi di stagione, per lenire i dolori dovuti da artrite e artrosi.

 Ingredienti per 2 tazze:

  • La buccia di una mela rossa
  • Una stecca di cannella
  • 2-3 chiodi di garofano

Preparazione

In un pentolino fate bollire la buccia di una mela rossa, la cannella e i chiodi di garofano per 5 minuti circa. Spegnete il fuoco e lasciate riposare per altri 5 minuti e servite ancora calda. Potete zuccherare come preferite, ma forse lo zucchero di canna integrale è la miglior opzione. Quando possibile meglio evitare lo zucchero bianco raffinato.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post