Un uovo al giorno per prevenire l’ictus

Un uovo al giorno per prevenire l’ictus

Le uova fanno bene o fanno male? Questo alimento porta la cattiva fama di essere tra le cause dell’innalzamento dei livelli di colesterolo, ma secondo una recente ricerca sarebbero utili per prevenire l’ictus. Cerchiamo quindi di fare chiarezza su uno dei cibi maggiormente presenti sulla tavola e nei prodotti che solitamente mangiamo.

Un uovo fornisce circa 7 g di proteine contenenti tutti gli amminoacidi essenziali, quelli che l’organismo non può produrre da solo. Contiene vitamine A ed E che hanno valore antiossidante, ma contiene anche in minima parte vitamina B1 e D, mentre è totalmente assente la vitamina C. L’uovo è inoltre ricco di sali minerali, tra cui il fosforo, ottimo per la salute delle ossa e del cervello.

Un uovo è formato per il 10% di grassi, in gran parte lecitine, necessarie per mantenere l’elasticità delle arterie, ma spesso viene evitato in tavola per il suo contenuto di colesterolo che si aggira mediamente sui 250 mg, una quantità non eccessiva se non si consumano più di 4 uova a settimana, però tenendo conto anche della presenza di uova in biscotti, maionese e altri alimenti.

Ma secondo uno studio dell’EpidStat Institute di Ann Arbor, negli Stati Uniti, pubblicato sulla rivista Journal of the American college of nutrition, sostiene che consumare un uovo al giorno riduce del 12% il rischio di ictus, senza causare problemi coronaici. L’analisi trae origine da studi eseguiti tra il 1982 e il 2015, in cui sono state valutate le relazioni tra l’assunzione di uova e le malattie delle coronarie.

Alexander Dominik, autore principale di questa ricerca, ha reso noto che “le uova hanno molti attributi nutrizionali benefici, tra cui antiossidanti, che hanno dimostrato di ridurre lo stress ossidativo e l’infiammazione. Sono anche un’ottima fonte di proteine, che è stata correlata con un abbassamento della pressione sanguigna”.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post