Usi secondari ma utili della Coca Cola

Usi secondari ma utili della Coca Cola

La Coca Cola è sul mercato dal lontano 1866 in oltre 200 Paesi ed è la bevanda più bevuta e famosa al mondo nonostante molti medici consiglino di ridurne al minimo il consumo a causa dell’elevato contenuto di zuccheri e coloranti e perché, fra le varie cose, consuma lo smalto dei denti a causa della presenza di acidi. Ma oltre ad essere ingurgitata la Coca Cola ha degli usi secondari molto interessanti, alcuni forse già noti, altri meno.

iStock_000067258817_Medium

 Vediamo insieme come utilizzare questa bevanda per usi non alimentari.

1. Elimina le macchie di ruggine – Grazie alla presenza di acido fosforico la Coca Cola riesce ad intervenire sulle macchie di ruggine: basta immergere una spugnetta nella bevanda e agire sull’oggetto interessato.

2. Pulisce il gabinetto e stura i canali otturati – La Coca Cola può essere utilizzata a mo’ di acido muriatico. Se i prodotti comunemente acquistati al supermercato non sortiscono effetti contro lo sporco del gabinetto provate a versare un bicchiere di Coca Cola nel wc e lasciate agire per un’ora: l’acido fosforico ha effetto abrasivo contro lo sporco e poi basterà rimuoverlo con il tradizionale spazzolino.

3. Pulisce le monete – La bevanda più famosa del mondo è un valido strumento per pulire le monete antiche che conserviamo da decenni: immergetele per 5 minuti in un bicchiere di Coca Cola e poi ripulite prima di asciugarle.

4. Rimuove grasso da pentole e padelle – Se le incrostazioni di grasso e sporco non vogliono saperne di andare via da pentole e padelle immergete una spugnetta nella Coca Cola, strofinate e risciacquate dopo un paio di minuti.

5. Utile per la vostra auto – La nota bevanda può essere utilizzata per lucidare i pneumatici e renderli più scuri e brillanti. Se la batteria della vostra auto è rimasta in disuso per diverso tempo e le uscite sono intasate dagli acidi contenuti nella stessa basta applicare la Coca Cola sulle parti sporche, lasciate riposare per alcuni minuti e infine rimuovete con un panno leggermente umido.

 

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post