3 prodotti biologici che fanno bene alla salute

3 prodotti biologici che fanno bene alla salute
LA PREPARAZIONE

Con il passare del tempo e una sempre più corretta informazione diventa sempre più chiaro che noi siamo quello che mangiamo, che l’alimentazione è la prima cura del nostro corpo e la prima vera prevenzione dalle malattie. In natura troviamo tutto ciò che serve al fabbisogno e alla cura del nostro organismo, ma bisogna avere una giusta conoscenza dei benefici di ogni alimento per saper scegliere correttamente cosa mangiare (e cosa non mangiare) in base al nostro stato di salute.

Con i mezzi di trasporto che negli ultimi decenni hanno fatto passi da gigante oggi è possibile usufruire anche di prodotti che crescono lontano dalla nostra terra, ma che hanno proprietà terapeutiche davvero importanti. A patto però che provengano dal agricoltura biologica, in modo che mantengano inalterate le loro proprietà. Oggi vogliamo parlarvi di tre prodotti davvero salutari: le bacche di Goji, il cranberry e la pitaya gialla.

ThinkstockPhotos-454406387

1. Bacche di Goji – E’ un frutto di colore arancio misto a rosso e la sua provenienza è orientale. Si tratta, infatti, di una pianta originaria della Cina, consumata dagli abitanti da generazioni nella convinzione che preservi la salute e garantisca una vita lunga. Queste bacche sono ricchissime di vitamina C e di antiossidanti come il beta-carotene, la luteina, il licopene, utili per frenare l’invecchiamento cellulare e prevenire malattie pericolose come i tumori. Inoltre aiutano a rinforzare il sistema immunitario, a combattere lo stress e a favorire la concentrazione, migliorano la circolazione sanguigna, proteggono il fegato e coadiuvano efficacemente la fertilità.

mirtillo rosso

2. Cranberry – Detto anche ossicocco americano o mirtillo rosso americano, appartiene alla famiglia delle Ericacee, è una pianta sempreverde di piccola mole di origine nordamericana, che si presenta sotto forma di bacche rosse. Il cranberry è molto utile per combattere gastriti e prevenire infiammazioni. Il cranberry è ricco di composti fenolici che svolgono un’azione protettiva sulle cellule nei confronti dei radicali liberi, proteggendole dal danno ossidativo, con effetto benefico e protettivo anche a livello cardiovascolare.

Questo frutto è da tempo utilizzato per l’azione che svolge nei confronti delle infiammazioni dei tessuti molli e delle infezioni urinarie ricorrenti, come le cistiti, che possono essere causate anche da infezioni batteriche da Escherichia coli ed estendersi a volte fino all’uretra, causando bruciori e dolore.

[

3. Pitaya gialla – E’ un frutto che arriva dalla Colombia contenente molte fibre, ferro, fosforo e vitamine. Il frutto fresco è difficile da trasportare fino a noi, quindi è molto utilizzata la variante deidratato. Ricco di vitamina A e C è una ricca fonte di probiotici che migliora le funzioni intestinali e la digestione, contribuendo a ridurre la massa grassa.. Inoltre i suoi semi finissimi di colore nero sono un lassativo naturale. Ricco di antiossidanti, previene molte malattie degenerative.

Condividi sui social
Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post