Alitosi? Alimentazione e cibi da evitare per stare meglio

L’alitosi è un fenomeno molto comune: per combatterlo è bene conoscere i cibi da evitare e l’alimentazione giusta da seguire

Alitosi cibi da evitare
Alitosi (Foto di Antonio Diaz da AdobeStock)

Molte persone soffrono di alito pesante e questa situazione può portare spiacevoli inconvenienti se si è insieme ad amici oppure a qualsiasi altro appuntamento importante magari con un partner appena conosciuto o a un colloquio di lavoro.

La causa principale dell’alitosi è una scarsa igiene orale visto che i residui di cibo possono rimanere incastrati tra i denti e sviluppare batteri, causa del cattivo odore.

Per questo lavarsi correttamente usando spazzolini elettrici e anche filo interdentale e collutorio può aiutare a combattere questo fenomeno.

Se non si soffre di determinate malattie si può anche optare per una dieta che non comprenda gli alimenti da evitare in caso di alitosi. Questa condizione infatti è provocata anche da problemi digestivi, con cibi che rendono complicata la digestione.

Un’altra causa dell’alito cattivo è il fumo di sigarette, che andrebbe del tutto evitato o almeno limitato il più possibile.

I cibi da evitare per prevenire l’alitosi

L’aglio è la principale causa di alito cattivo visto che contiene zolfo che attraverso il sangue può uscire anche dai polmoni, dandoci la sensazione di starne ancora mangiando anche se sono trascorse ore dal nostro pasto.

usi dell'aglio
Aglio tagliato a spicchi (foto di MaisonBoutarin da Pixabay)

Per limitare il suo potere bisognerebbe abbinarlo a menta, prezzemolo, té verde o preparare una limonata. È noto che questi cibi contengono polifenoli e quindi neutralizzano l’odore cattivo dell’aglio. Anche la cipolla, il porro e le spezie possono indurre un alito pessimo.

Tra i cibi da non consumare perché non favoriscono una corretta digestione ci sono le carni rosse affumicate e insaccate come anche il pesce in scatola. Quest’ultimo assorbe in qualche modo l’ossidazione della lattina ed è causa di alitosi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Blue Monday, 10 cibi che aiutano ad affrontare il lunedì più triste dell’anno

Anche bere alcol può portare il nostro alito a peggiorare visto che provoca la disidratazione del nostro corpo. Infatti dopo una sbornia di solito si ha sete perché si abbassano i livelli di saliva.

In questo caso si verifica il fenomeno dell’estrema secchezza delle fauci e di conseguenza cattivo odore.

In generale lo zucchero bianco, tutti i tipi di dolciumi e le bevande zuccherine portano il nostro corpo a digerire con difficoltà e quindi proliferano i batteri all’interno della bocca.

Alimenti acidi come i pomodori possono portare, se consumati in maniera eccessiva, ad avere un alito sgradevole come anche i latticini e il caffè.

Quest’ultimo ha un odore persistente che rimarrà in bocca per tanto tempo, meglio scegliere un tè verde se si ha un appuntamento importante.

Tra i cibi da preferire ci sono il latte fresco, la frutta di stagione come le mele (consumate crude), i semi di finocchio, lo zenzero, il limone, le verdure a foglia verde, la cannella e lo yogurt.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Come usare la buccia di limone: i buoni motivi per non gettarla via

acqua idratazione
bicchiere d’acqua (foto da tuttivip.it da Pinterest)

In generale è sempre bere tanto acqua, contrastando così la secchezza della bocca ed andando a eliminare i residui di cibi che provocano l’alitosi.