Carciofi “indorati” e fritti, la ricetta originale napoletana per l’aperitivo

I carciofi sono una golosità tipica della cucina partenopea con cui deliziare i palati. Ecco come prepararli con una facile ricetta.

Carciofi: la ricetta
Carciofi (Foto di Tal da Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Croccati e dal gusto travolgente. I carciofi fritti sono la svolta per trascorrere un pasto da batticuore. Must della cucina napoletana si preparano grazie a una ricetta veloce e facile con cui si dà vita a una proposta golosa che li vede immersi nella farina e nell’uovo per poi friggerli.

Il segreto per ottenere un risultato incredibile è quello di rimuovere tutte le parti dure, cucinando solo il cuore di questa verdura dalle innumerevoli proprietà benefiche per l’organismo. Ricca di vitamine C e K, ferro, fibre e sali minerali, regolarizzano le funzioni intestinali. Inoltre sono contraddistinti da proprietà antiossidanti, anticellulite e epatoprotettive.

Cucinandoli fritti si realizza un piatto unico da gustare con contorno e nell’ambito di un aperitivo gourmet.

Carciofi “indorati” e fritti: la ricetta

Grazie a facili step si può dare vita a carciofi fritti incredibili con cui fare un figurone con i propri commensali.

pulire carciofi patate piselli ricetta Bimby
Pulire i carciofi (Foto di Eva Elijas da Pexels)

INGREDIENTI

  • 2 carciofi
  • 2 uova
  • sale q.b.
  • farina q.b.
  • succo di limone q.b.

PROCEDIMENTO

Si parte eliminando le punte dei carciofi per poi togliere le foglie esterne più dure. Tagliati a metà si rimuove la barbetta all’interno e di seguito si tagliano a fette, inferiori a un centimetro.

Si mettono in ammollo i carciofi in acqua acidulata tramite il succo di limone per poi asciugarli e passarli in farina. Eliminata quella in eccesso si passano nell’uovo sbattuto.

pasta tonno fresco carciofini ricetta veloce gustosa
Carciofini (Foto di angelo chiariello Adobestock)

Step finale si friggono con olio di semi caldo, girando di tanto in tanto, e si continua fin tanto che non sono dorati. Da gustare ancora caldi, possono essere serviti nell’ambito di un aperitivo o come contorno goloso in accompagnamento di una fonte proteica.