Cornetti del bar: attenzione agli ingredienti

Cornetti del bar: attenzione agli ingredienti

Una prima colazione salutare e dietetica non passa certo per il bar, tant’è che un’inchiesta di Report ha svelato cosa riservano i cornetti e le brioches del bar e altri cibi belli e pronti. Gli ingredienti presenti nei cornetti e nelle brioches di molti bar e pasticcerie contengono ingredienti pericolosi per la salute. Si potrebbe sostituirli facilmente e offrire un prodotto più genuino, ma non avviene perché per le aziende produttrici risulta più vantaggioso così dal punto di vista economico, a danno della salute dei cittadini.

croissants

La soluzione migliore sarebbe quella di fare colazione a casa, ma spesso la comodità di andare al bar e prendere il cornetto e il cappuccino con pochi spiccioli diventa più semplice e veloce, soprattutto se si è costretti a scendere presto per lavoro. Nell’inchiesta di Report è stato scoperto che nei cosiddetti cornetti al miele questo ingrediente sarebbe presente solo per l’8% di prodotto, mentre il 92% è formato da olio di palma, glucosio, margarina e sciroppo di fruttosio, grassi saturi dannosi per la salute.

Peggio ancora per i cornetti alla crema che conterrebbero il palmisto, cioè olio di palma che ha l’82% di acidi grassi saturi, una vera bomba in grado di arrecare danni gravissimi alla salute, in particolar modo al sistema cardiovascolare e apportando il rischio di diabete. Infatti i cornetti del bar sono una bomba di fruttosio e glucosio, un mix esplosivo di zuccheri semplici che causano una scarica di insulina negativa per la salute, oltre a causare un aumento di peso e dei livelli di colesterolo nel sangue.

Anche molte merendine e biscotti si rivelano poco affidabili per la salute, visto che l’olio di palma è presente quasi ovunque, anche se molte aziende stanno eliminando questo ingrediente riportandolo a chiare lettere sulle confezioni. Peggio ancora se si considera che tali prodotti vengono consumati soprattutto dai bambini che diventano predisposti a contrarre diabete e colesterolo sin da piccoli.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post