Cumino, la spezia che fa bene alla salute

Cumino, la spezia che fa bene alla salute

Il cumino è una pianta di origini orientali e molto antiche, tanto che è stato ritrovato anche nelle tombe dei faraoni egizi, sin da allora noto per le sue molteplici proprietà benefiche sul nostro organismo. Si sviluppa in altezza non oltre i 30 cm e presenta dei fiori bianchi, a volta tendenti al rosa. Ricco di minerali, vitamine A, del gruppo B, C, E, J e K è una spezia molto usata in cucina, ma sa anche apportare molti vantaggi alla salute. Da premettere che non deve essere utilizzato da donne in gravidanza e da persone che devono subire un intervento chirurgico.

Cumino

Per prima cosa il cumino è molto utile per chi vuole perdere peso, accelerando il metabolismo, abbassando il colesterolo e i livelli di trigliceridi, migliora la digestione, abbassa la pressione del sangue, rimuove le ritenzioni idriche, abbassa l’indice glicemico e migliora il metabolismo dell’insulina.

Inoltre ha proprietà carminative: il cumino facilita l’eliminazione dei gas che si formano nell’intestino ed allevia i dolori che da questi possono derivare, quindi è particolarmente indicato per chi ha problemi di aerofagia.

Grazie alla presenza di fibre ed alle proprietà fungicide ed antibatteriche il cumino sembra apportare benefici in termine di prevenzione per quanto concerne le emorroidi. Agisce come un naturale lassativo, accelera la digestione e guarisce le ferite prevenendo le infezioni.

Il cumino è indicato per chi soffre di anemia, grazie al contenuto di ferro e vitamina C che rafforzano il sistema immunitario. In più ha proprietà antiossidanti in grado di contrastare l’azione nefasta dei radicali liberi che possono causare malattie gravi come i tumori.

Questa spezia orientale ha grandi benefici per la pelle grazie alla presenza di vitamina E che rallenta il processo di invecchiamento delle nostre cellule preservando la pelle giovane più a lungo, grazie anche alle proprietà antibatteriche e fungicide, ostacolando le infezioni dei microbi e dei funghi a danno della pelle.

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post