Dieta di Okinawa: menù, benefici e controindicazioni per vivere meglio e più a lungo

La dieta degli abitanti Okinawa è incredibile, tanto da permettergli di vivere oltre i 100 anni. Ecco come funziona.

Okinawa: la dieta
Okinawa (Foto pexels-tomáš-malík)

Sono circa il 20% della popolazione i centenari a Okinawa. Si tratta di un’area giapponese famosa per essere il luogo al mondo in cui le persone sono più longeve, tanto che l’età media si aggira intorno agli 82 anni.

Dati sbalorditivi a cui si aggiungono quelli relativi alle malattie cardiovascolari, 80% in meno rispetto all’America, e ai casi di tumori, 40% in meno rispetto a tutto il globo. Oltre a questo si aggiunge un tasso molto più basso di demenza senile.

Tutto questo grazie in particolare alla dieta della popolazione di Okinawa che considera il cibo come una cura.

Dieta di Okinawa: come funziona

Nelle giornate degli abitanti di Okinawa, la parola d’ordine è leggerezza. I piatti consumati da questa popolazioni sono equilibrati e sani, prevedendo di mangiare fin quando si è sazi, mai di più.

Donna del Giappone: la più anziana del mondo. La sua dieta
Donna giapponese (Foto di Evgeny Tchebotarev da Pexels)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > Giappone, cosa mangia la donna più anziana del mondo: la sua dieta

Il loro regime alimentare si basa su cibi molto voluminosi, ma dal basso apporto calorico riuscendo così a saziarsi ed evitando di assumere calorie in eccesso.

Questa dieta è molto simile a quella vegetariana, anche se alcuni mangiano anche il pesce prediligendo solo quelli magri. Anche la carne è quasi assente, relegata solo ai giorni di festa.

Protagoniste assolute sono le verdure, cucinate spesso stufate, in accompagnamento a legumi, soia, alghe e patate dolci.

Oltre a grandi quantità di acqua, immancabile il the verde costante durante il giorno. In fatto di carboidrati, si preferisce in particolare il riso, mentre per quando riguarda i latticini, questi non sono molto consumati in quanto potrebbero dare problemi di infezioni allo stomaco.

Altro elemento cruciale nelle abitudini alimentari di questa popolazione è il modo in cui si mangia: i piatti vanno assaporati lentamente, concentrandosi sul momento presente per gustare i sapori e percepire quando il corpo è sazio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > I legumi, l’alleato per rimanere in forma. Ecco perchè inserirli nella dieta

Legumi zuppa
Legumi zuppa- foto pixabay andreina nacca

Nonostante spesso possano consumare nell’arco della giornata poche calorie, intorno alle 1200, grazie agli alimenti molto nutrienti su cui puntano riescono a nutrirsi al meglio e questo sarebbe proprio il loro segreto di longevità.

Unica controindicazione niente voracità e piatti troppo elaborati, scelta che potrebbe non essere condivisa da chi ama molto la cucina gourmet.