Il frutto che non deve mai mancare in estate: composto dal…

Il frutto che non deve mai mancare in estate: composto dal 90% di acqua

LA PREPARAZIONE
di Marco

Un frutto molto importante in estate che non può proprio mancare a pranzo, a cena, e negli spuntini del pomeriggio

frutto estate
Perché questo frutto è così importante in estate

L’estate è la stagione in cui si consumano sicuramente i più alti quantitativi di frutta che nel resto dell’anno. Certo, perché contiene acqua e tante vitamine di cui il nostro corpo necessita soprattutto quando si è esposti a temperature molto alte. Ma cosa possiamo fare realmente per contrastare l’effetto negativo del caldo sul nostro corpo? C’è un frutto che veramente può darci degli importanti benefici? Sì, e sono le prugne. Spesso vengono sottovalutate oppure si crede che siano indicate soltanto per chi ha problemi di stitichezza. Beh, non è affatto così. Sono molto importanti soprattutto in estate perché aiutano la diuresi e non solo. Vediamo insieme quali sono tutte le proprietà benefiche di questo frutto.

Perché le prugne sono un frutto così importanti in estate

Innanzitutto, cominciamo con lo specificare che le prugne sono composte dal 90% di acqua. Per questo motivo si possono considerare altamente diuretiche. Questa proprietà aiuta il nostro corpo a depurarsi. Inoltre, nelle prugne troviamo un’alta concentrazione di potassio: questo le rende abili nel combattere la ritenzione idrica, che in estate può essere davvero molto pericolosa. Il potassio, inoltre, può combattere sintomi derivanti dal caldo forte come la stanchezza e la spossatezza.

Sono anche un ottimo alleato per la prova costume: infatti, le prugne combattono inestetismi della pelle e problemi molto fastidiosi come la cellulite. Ma non è tutto qui: le prugne aiutano molto anche perché contengono grandi quantitativi di vitamina C, che aiuta l’assorbimento naturale del ferro. Insomma, tutte queste proprietà benefiche le rendono un frutto a cui non si può assolutamente rinunciare in estate. Mangiare delle prugne a pranzo, a cena, ma anche negli spuntini. A pensarci bene, sono ottime anche da portare in spiaggia, magari in una borsa frigo, in modo da averle fresche e dissetanti all’occorrenza.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post