La dieta mediterranea previene il tumore al pancreas

La dieta mediterranea previene il tumore al pancreas

La dieta mediterranea si rivela un eccellente rimedio preventivo contro il tumore al pancreas, tant’è che nel Sud Italia i casi di questa neoplasia sono inferiori. Purtroppo in Italia negli ultimi 15 anni si registra un aumento del 59% di casi di tumore al pancreas e le principali cause sono fumo, obesità, vita sedentaria e l’avanzare dell’età. Ma ancora una volta l’alimentazione può venire in nostro soccorso.

A livello mondiale ogni giorno vengono diagnosticati 1.000 nuovi casi, il che ci spinge ad essere consapevoli di quanto sia utile una corretta e sana alimentazione. “A oggi non vi sono metodi per la diagnosi precoce di questa neoplasia molto aggressiva – afferma all’Ansa Giampaolo Tortora, Direttore Oncologia Medica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona -. Solo il 7% dei casi infatti è individuato in stadio iniziale, oltre la metà quando la malattia è già in fase metastatica. Spesso sintomi come dolore allo stomaco, gastrite e cattiva digestione vengono confusi con quelli di altre patologie. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è pari all’8%, superiore rispetto alla media europea (6,9%) e a quella dei Paesi dell’Europa centrale (7,3%) e settentrionale (4,8%), ma decisamente inferiore rispetto ai risultati raggiunti in altre neoplasie frequenti come quelle al seno e alla prostata”.

Per curare questa patologia è importante rivolgersi a centri e medici specializzati. “Non è accettabile che alcuni pazienti siano operati in centri che svolgono uno o due interventi l’anno – sottolinea Massimo Falconi, Direttore del Centro del Pancreas dell’IRCCS Ospedale San Raffaele e docente ordinario Università Vita-Salute di Milano -. Solo attraverso la giusta competenza si può curare questa patologia… Un’analisi dei dati raccolti dal Ministero della Salute ha mostrato che nel nostro Paese, in un ospedale con poca esperienza in chirurgia pancreatica, il paziente ha un rischio di morire di 5 volte maggiore rispetto ai centri con più esperienza”. In Italia le strutture maggiormente attive in tal senso sono l’Ospedale San Raffaele di Milano e il Policlinico G.B. Rossi di Verona, che ogni anno effettuano più di 350 resezioni pancreatiche a testa.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post