Latte caldo prima di dormire: aiuta davvero il sonno? Tutti i benefici

Latte caldo dopo cena, dalle abitudini dei nonni tutti i benefici di un gesto semplice quanto salutare.

latte caldo
Bicchiere di latte

Molti hanno preso questa abitudine dai propri nonni e continuano a portarla avanti senza saperne bene i benefici.

Tuttavia, bere una tazza di latte caldo prima di andare a dormire aiuta l’organismo in diversi modi. La cosa più importante da ricordarsi è che il latte, ma questo in generale, non va mai bevuto né troppo caldo, perché prende vitamine e antiossidanti, ma neanche estremamente freddo.

L’ideale sarebbe di berlo ad una temperatura ambiente o comunque tiepida. In ogni caso, bere latte prima di andare a dormire apporta una serie di benefici al nostro corpo e non solo.

Leggi anche -> Carrube, sai che fa dimagrire? Scopri i benefici miracolosi

Il latte caldo concilia il sonno e stimola la mente alla calma

latte caldo
Latte in bicchiere e brocca

Iniziamo col dire che il latte caldo prima di dormire fa bene perché concilia il sonno; la bevanda è infatti ricca di melatonina e triptofano, due sostanze che sono ben note perché aiutano a dormire più facilmente e serenamente. Sempre il triptofano poi combatte ansia e depressione che causano agitazione e quindi insonnia.

Sapevate, poi, che il latte caldo prima di dormire può aiutare a dimagrire? Dormire male favorisce l’aumento di peso, mentre trovare un giusto equilibrio sonno-veglia, a cui il latte contribuisce, coadiuva alla perdita di perso. Inoltre, il latte è ricco di proteine che ci farebbero stare lontani da quegli eventuali spuntini notturni che potrebbero sopraggiungere.

Bere latte caldo prima di andare a dormire può anche far aumentare la massa magra muscolare; di fatto il latte contiene caseina e siero, due proteine che, se assunte di sera, possono far aumentare la sintesi proteica muscolare durante le ore notturne e questo contribuisce all’aumento della massa magra muscolare.

Infine, il latte caldo può aiutare anche alla nostra salute mentale. Chi ha questa abitudine l’ha generalmente appresa dai propri nonni, quindi continuare questa tradizione è anche un modo per ritornare con la mente ai periodi spensierati dell’infanzia. Quindi riportare alla mente bei ricordi e avere un effetto calmante.

Leggi -> Test personalità: il cibo autunnale che ti piace rivela chi sei. Zucca, melograno o uva?