Come fare le melanzane sott’olio perfette: c’è un trucco per non farle diventare molli

È una conserva che affascina con il suo sapore intenso: le melanzane sott’olio sono una preparazione casalinga ricca di gusto. Per realizzarle al meglio bisogna conoscere alcuni piccoli accorgimenti come il segreto per dare la consistenza giusta.

melanzane sott'olio ricetta
Melanzane sott’olio (Pinterest – ricettedalmondo.it)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Morto il famosissimo chef, un grande dolore per tutti: ci mancherai
  2. Fagioli alla Bud Spencer, il tocco in più che li rende irresistibili
  3. Dolcetti mostruosi di Halloween. Regala ai tuoi bambini un’alternativa sana e divertente

Le melanzane sott’olio sono un tipo di conserva molto diffuso in particolare nelle regioni del Centro-Sud. Tipiche della stagione estiva, a causa dei cambiamenti climatici ci ritroviamo ad avere ancora molte melanzane da smaltire e trasformarle con questa preparazione casalinga è un ottimo modo di usarle.

La durata delle melanzane sott’olio è molto lunga, chiuse in barattolo di vetro possono essere conservate anche per 1 anno.

Sono tanti i modi in cui vengono mangiate. Rappresentano certamente un ottimo contorno, ma anche un antipasto sfizioso e possono essere gustate da sole ma soprattutto accompagnate dal pane, fresco o sotto forma di crostini o sulle bruschette, ma sono buonissime anche per farcire un panino.

Hanno un sapore deciso e intenso e spesso una nota piccante perché di solito tra i pochissimi ingredienti di cui si compongono c’è il peperoncino rosso a dare un tocco acceso.

Il procedimento è semplicissimo, non ci vuole né fatica né una grande abilità per realizzare le melanzane sott’olio che vanno tenute dentro barattoli di vetro sterilizzati.

Il metodo che illustriamo in questa ricetta è non solo facile, ma anche abbastanza rapido e garantisce un effetto superlativo in quanto c’è il segreto per non farle diventare molli ma ottenere e mantenere nel tempo quella che è la consistenza giusta.

Ingredienti e preparazione delle melanzane sott’olio

Affinché le melanzane non si ammorbidiscano troppo fino a diventare molli bisogna eseguire con attenzione la fase della realizzazione del sottovuoto dei barattoli che così, chiusi ermeticamente e senza l’entrata di aria le manterranno intatte e morbide al punto giusto.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

melanzane sott'olio ricetta
Melanzane (foto di Srattigan da Pixabay)

INGREDIENTI

  • 1 kg di melanzane
  • Acqua q.b.
  • Aceto di vino bianco q.b.
  • 2 spicchi d’aglio
  • Rosmarino q.b.
  • Sale q.b.
  • 1 peperoncino rosso fresco
  • Olio extravergine di oliva q.b.

PREPARAZIONE (35 minuti circa)

Per iniziare questa preparazione la prima cosa da fare è lavare le melanzane, eliminare le estremità, pelarle e tagliarle prima a fette di circa 1 cm e subito dopo a striscioline sempre di 1 cm di spessore.

Quindi riporle dentro un colino o uno scolapasta, salare e lasciarle così per 15 minuti circa in modo che con l’effetto del sale perdano la loro acqua di vegetazione.

Poi, scolarle e strizzarle bene per asciugarle il più possibile e dopo aver portato a bollore in una pentola acqua con qualche cucchiaio di aceto di vino, immergere le melanzane e sbollentarle per 1 minuto circa.

A questo punto unire anche l’aglio e qualche rametto di rosmarino e il peperoncino rosso tagliato a piccoli pezzetti e subito dopo scolare il tutto.

Lasciarle intiepidire e poi si può passare a trasferirle all’interno di barattoli di vetro precedentemente sterilizzati.

Riempirli con olio fino a coprire e chiudere ermeticamente con il tappo. Si procede poi a realizzare il sottovuoto: immergere i barattoli così pieni in una pentola d’acqua e lasciar bollire per 20 minuti circa.

melanzane sott'olio ricetta
Melanzane sott’olio (Pinterest – ricettedalmondo.it)

Poi, togliere dall’acqua e lasciar raffreddare a temperatura ambiente. Le melanzane sott’olio si possono così conservare a lungo riposte in un luogo fresco, asciutto e lontano da fonti di calore mantenendo intatto sapore e consistenza.