Olio d’oliva nell’acqua della pasta. Basta un cucchiaio: il trucco della nonna

Olio d’oliva nell’acqua della pasta: con questo fenomenale trucco della nonna, i risultati saranno strabilianti.

Cucchiaio olio d'oliva acqua cottura
Olio d’oliva (Foto da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

L’olio d’oliva si ottiene dalla spremitura del frutto dell’ulivo: viene prodotto con specifici processi meccanici e processi fisici (come centrifugazione e filtrazione) in condizioni termiche controllate.

Alimento tipico dell’area mediterranea, l’Italia e la Spagna sono tra i più grandi produttori al mondo. Il condimento in questione è adatto sia per condire a crudo che per preparare le fritture.

Attenzione però a non esagerare con le dosi: l’olio d’oliva ha un valore energetico molto alto. In caso di obesità, ad esempio, non bisogna mai superare il cucchiaino (o al limite un cucchiaio) al giorno.

Secondo un importante trucchetto della nonna, occorre mettere un cucchiaio di olio d’oliva nell’acqua della pasta per non farla attaccare. Vediamo se è giusto o meno.

Olio d’oliva nell’acqua della pasta: risultati strabilianti con un trucco meraviglioso

In molti mettono un cucchiaio di olio d’oliva nell’acqua di cottura della pasta per non farla attaccare: nulla di più sbagliato. Ci sono diversi filoni di pensiero, ma una cosa è certa: l’olio non ha questa finalità.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Cucchiaio olio d'oliva acqua cottura
Bottiglia con olio d’oliva (Foto da Pixabay)
Per evitare questa problematica assai diffusa, occorre cuocere la pasta in una bella pentola piena di acqua: gli chef consigliano di girare continuamente la pasta nell’acqua e di non lasciarla per troppo tempo.
Per questo motivo, i grandi chef preferiscono servire la pasta al dente. C’è un consiglio interessante: se non vi piace la pasta al dente, attendete qualche secondo (una ventina) ed il gioco è fatto.
Cucchiaio olio d'oliva acqua cottura
Caraffa con olio d’oliva (Foto da Pixabay)
L’aggiunta dell’olio d’oliva nell’acqua della cottura è quindi una pratica inutile. Per evitare un altro spiacevole evento che si verifica durante la cottura della pasta, dovete semplicemente utilizzare un cucchiaio di legno. Quando l’amido salirà, si fermerà sul cucchiaio di legno e quindi il metodo garantisce solo la fuoriuscita del vapore e non dell’acqua.