Olio d’oliva, qual è il miglior modo per conservarlo e perché: non sbagliare più

Per conservare al meglio l’olio d’oliva, occorre evitare alcuni clamorosi errori: qual è il miglior metodo e perché.

Olio d'oliva miglior modo conservarlo
Olio d’oliva in un contenitore (Foto da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

L‘olio d’oliva è in pratica un succo che viene ottenuto dalla spremitura del frutto dell’olivo: ci sono dei processi meccanici (come la pressione delle olive) e fisici (come la centrifugazione, la filtrazione).

Questo prodotto ha grandi proprietà nutrienti: c’è l’acido oleico, l’acido linoleico, l’acido palmitico e l’acido stearico. Non mancano antiossidanti, tra cui composti fenolici, clorofilla, vitamina E e squalene.

Durante l’infanzia è di fondamentale importanza il suo consumo, dal momento che contribuisce all’accrescimento corporeo, alla mielinizzazione del cervello e alla formazione delle ossa.

Secondo alcune ricerche, abbassa i livelli di colesterolo nel sangue e riduce il rischio di malattie cardiache.

L’olio d’oliva è l’ingrediente di base di diversi piatti: non a caso è uno dei condimenti più utilizzati al mondo. C’è ovviamente chi lo usa anche per cucinare.

C’è un aspetto che però non andrebbe mai sottovalutato: bisogna conoscere il miglior metodo per conservarlo nel tempo.

Olio d’oliva, qual è il miglior metodo per conservarlo e perché

Forse in pochi lo sanno, ma luce, aria e soprattutto calore fanno degradare l’olio d’oliva. Quando apri una bottiglia, l’ossigeno inizia ad entrare e a degradare il prodotto.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Olio d'oliva miglior modo conservarlo
Bottiglia con olio d’oliva (Foto da Pixabay)

La cosa migliore per conservare l’olio è quella di mettere il prodotto in un’ampolla in ceramica: questo strumento blocca luce, aria e calore.

Quando dovrete riutilizzare l’ampolla, ricordate che bisogna lavarla perfettamente altrimenti rischierete di fare unire l’olio vecchio con quello nuovo: quest’ultimo avrà quindi un gusto alterato.

L’olio va tenuto lontano dalla luce: meglio quindi metterlo in un armadio buio. Evitate di metterlo vicino alla finestra: i raggi ultravioletti potrebbero rovinarlo.

Olio d'oliva miglior modo conservarlo
Olio d’oliva (Foto da AdobeStock)

Quando aprite una bottiglia di olio, usatelo velocemente e mettetelo poi in bottiglie più piccole o in contenitori di acciaio in modo tale da ridurre l’esposizione all’ossigeno. Ricordate infine di tenerlo lontano dalle fonti di calure: niente esposizione ad un fornello o ad un forno vicini.