Pelle grassa: come riconoscerla e soluzioni

Pelle grassa: come riconoscerla e soluzioni

La pelle grassa è un inestetismo diffuso tra gli adolescenti che a volte si protrae anche in età adulta. La pelle si presente lucida e dall’espetto untuoso, spesso anche da un colorito spento. Al tatto appare ruvida e oleosa. Per scoprire se davvero si soffre di pelle grassa basta appoggiare una velina da trucco sul viso. Se dopo averlo tolto dalla cute, il materiale presenta delle tracce umidicce ed untuose si può effettivamente parlare di pelle grassa.

Cosa fare in caso di pelle grassa?

Pulizia del viso: il primo semplice segreto è lavarsi la faccia mattina e sera con un detergente delicato al posto dei saponi tradizionali. Per la corretta scelta del detergente evitate quelli che tendono ad esfoliare troppo la pelle e optate per quelli che contengono acido salicilico, perossido di benzoile, acido glicolico o beta idrossiacidi. Inoltre evitate di utilizzare asciugamani troppo ruvidi che possono stimolare le ghiandole sebacee.

Usare il tonico: è un’azione fondamentale per chi soffre di pelle grassa in quanto aiuta a chiudere i pori. Infatti chi soffre di questo problema ha i pori troppo dilatati e la soluzione più ovvia è quella di restringerli. Il tonico impedisce ulteriore accumulo di sebo che potrebbe favorire la formazione di punti neri e brufoli.

Maschera per il viso: una volta a settimana è opportuno sottoporsi ad una maschera per il viso che aiuti ad eliminare le impurità e prevenire la formazione di brufoli. Le migliori sono a base di argilla che favoriscono la disintossicazione della pelle e la liberazione dei pori dal sebo.

Alimentazione adeguata una dieta squilibrata può aggravare il disturbo della pelle grassa. A tale scopo, si consiglia di limitare il consumo di grassi animali, alcol e zuccheri raffinati, a favore di pesce, frutta e verdura fresca, carni bianche, cereali integrali. Evitate il fumo e l’alcol.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post