Peperoncino, qual è il più peccante del mondo? La classifica 2021

La classifica aggiornata al 2021 dei peperoncini più fiammanti al mondo. Dal Bangladesh agli Stati Uniti, ecco dove sono prodotti.

peperoncini più piccanti al modno
Peperoncini (foto Pixabay di sponchia)

Ogni anno la classifica dei peperoncini più piccanti al mondo viene aggiornata; questo perché i coltivatori di anno in anno danno vita a peperoncini ibridi, grazie al mix tra diverse varietà.

La competizione ogni anno si fa sempre più feroce, anche a causa della frenesia che si crea intorno a questo “club“, e i valori ottenuti dagli ibridi metterebbero a dora prova anche più accanito degli appassionati dei sapori forti.

Il grado di piccantezza dei peperoncini è misurato in base alla Scala di Scoville, un’unità di misura che va a determinare la quantità di capsaicina (la sostanza che attiva i recettori del calpo presenti sulla nostra lingua, ndr) presente in un peperoncino.

Peperoncini più piccanti al mondo: la classifica aggiornata

Una cosa importante da ricordare della classifica dei peperoncini più piccanti al mondo è che in una stessa varietà di prodotti, la scala di Scoville può variare a causa di diversi fattori come clima, terreno, semenza usata.

peperoncini
Pianta di peperoncini (foto Pixabay di hanslinde)

A differenza di quello che si possa pensare, i peperoncini più piccanti al mondo non sono messicani; anzi molti di essi derivano dai Caraibi, Stati Uniti e persino Bangladesh.

Si prende il gradino più basso della classifica il 7 Pot Barrackpore. Viene da Trinidad è un ibrido e può avere diverse forme e i colori vanno dal rosso al giallo, verde e marrone. Ha una superficie rugosa e le dimensioni sono grandi.

Al numero 9 c’è il 7 Pot Brain Strain. Questo peperoncino deve il suo nome alla forma che ricorda un po’ quella del cervello. Ha un sapore fruttato e leggermente affumicato.

POTREBBE INTERESSARTI -> Cacao, tutti i benefici del golosissimo superfood di cui non si può fare a meno

Posizione 8 per il Naga Viper; nato in Inghilterra dall’incrocio di tre peperoncini. Il frutto nasce su una pinta molto grande.

Alla posizione numero 7 si trova Il Trinidad Scorpion Butch T. Deriva dal Trinidad Scorpion e in fase di maturazione il colore passa dal giallo all’arancio per approdare al rosso.

peperoncini piccanti
Peperoncino (foto Pixabay di divily)

Posizione 6 per il Naga Morich. Originario di Bangladesh e India, questa varietà è caratterizzata da un color rosso fiammante. A causa della sua piccantezza può essere utilizzato solo per produrre olio.

Alla posizione 5 il Dorset Naga. I suoi frutti hanno forma irregolare rugosa, possono avere più colori.

Posizione 4 al 7 Pot Douglah; ha un sapore dolce e fruttato, dal quale è possibile creare marmellate.

POTREBBE INTERESSARTI -> Guava, benefici e proprietà del super frutto tropicale

Podio, infine, per Trinidad Moruga Scorpion; Komodo Dragon Pepper e pari merito per Carolina Reaper e Papper X sono entrambi prodotti negli USA e non possono essere consumati crudi.