Pesticidi e frutta, a quali devi prestare attenzione?

I pesticidi che disastro. Purtroppo vengono molto spesso utilizzati per evitare che gli insetti rovinino i raccolti ma all’umo chi ci pensa? 

pesticidi - pixabay
pesticidi – pixabay

Per chiarirci velocemente le idee possiamo considerare i pesticidi come delle sostanze chimiche o dei microrganismi (sia naturali che industriali), questi vengono molto utilizzati in agricoltura al fine di salvare i raccolti da insetti, batteri o funghi vari.

Questi proteggono le piante e le colture ma di certo danneggiano l’uomo se ingeriti. E’ bene sottolineare che i fertilizzanti non fanno parte della famiglia dei pesticidi ma vengono utilizzati per rendere il terreno più produttivo, in commercio ce ne sono diversi, zolfo, potassio, fosfato, sterco di mucca.

I pesticidi che troviamo in commercio sono molteplici, questo perché ognuno combatte qualcosa. Ogni categoria (una diversa dall’altra) appartiene a diverse classi chimiche che vanno ad incidere sul problema in maniera differente.

Quasi tutti i prodotti che acquistiamo (fatta eccezione per quelli bio) contengono pesticidi, questo perché, soprattutto nella grande distribuzione, vengono utilizzati a dismisura.

Quali frutti contengono più pesticidi?

E’ buona norma sciacquare con acqua e bicarbonato la verdura e la frutta prima di consumarla. Lascia in ammollo il prodotto una bacinella con 1 cucchiaino di bicarbonato, attendi 10 minuti, risciacqua e procedi come di solito. Il bicarbonato è un disinfettante naturale e ti aiuterà ad avere frutta e verdura più pulita.

Frutta e verdure
Frutta e verdure (Pixabay)

I tre frutti che sono più soggetti all’utilizzo di pesticidi sono: mele – uva – pere. Questi tre frutti sono più soggetti all’esportazione. Quando acquistiamo i prodotti, soprattutto al supermercato, cerchiamo di pestare attenzione alle etichette che ci indicano da dove viene il prodotto, quando è stato coltivato, chi l’ha coltivato e chi l’ha confezionato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Castagne, come cucinarle al meglio? Ti sveliamo i nostri segreti

La qualità delle materie prime è importante, soprattutto se a consumarle sono i bambini. E’ bene cercare prodotti a km zero, che conservino tutti i principi nutritivi e le proprietà. Non è impossibile mangiare sano e bene, basta solo avere un po’ di volontà a cominciare dalla spesa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Riso, tutti i benefici del cereale più famoso al mondo: ma non sapete che…