Perché il pesto genovese diventa scuro? Il trucco per renderlo verde brillante

Il pesto alla genovese è un alimento molto usato nelle cucine italiane soprattutto per condire i primi piatti. Realizzandolo a casa però esso può tendere a diventare scuro. Andiamo dunque a scoprire un trucco su come renderlo verde brillante.

pesto scuro trucco verde brillante
Barattolo di pesto genovese (LyubovKardakova da Pixabay)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Frittata di asparagi selvatici: un piatto contadino antico e dal sapore incredibile
  2. Torta di mele 3 bicchieri in padella: fare un dolce non è mai stato così veloce
  3. La vera ricetta dello stoccafisso alla messinese: un piatto antico che piace a tutti

Il pesto alla genovese come dice il nome è un prodotto originario della zona ligure. Esso si ottiene pestando delle foglie di basilico con sale, pinoli, aglio, olio extravergine d’oliva e Parmigiano Reggiano.

Ciò che deriva da questa miscela è una sorta di cremina verde ottima per insaporire i primi piatti come semplice pasta ma anche la lasagna.

Con l’arrivo della bella stagione poi i barattoli di questo prodotto si moltiplicano esponenzialmente all’interno delle nostre dispense.

Molto spesso però quelli che compriamo al supermercato non corrispondono con i sapori tradizionali: l’unico modo per assaporare un vero e proprio pesto alla genovese è quello di realizzarlo in casa.

Andiamo insieme a scoprire come si fa concentrando l’attenzione su un trucco per non rendere il prodotto scuro ed amaro ed un altro trucco per renderlo verde e brillante.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Pesto alla genovese, il trucco per renderlo verde e brillante

Per prima cosa si necessiterebbe il classico mortaio di marmo che si utilizza in Liguria ma non è facilissimo e super economico da reperire.

A questo punto possiamo dunque utilizzare i mixer tritatutto o il frullatore ad immersione. Con queste due macchine però sorge un problema: a contatto con il calore generato dalle lame in funzione, infatti, il basilico diventa nero e più amaro.

pesto genovese ingredienti preparazione
Ingredienti pesto alla genovese (RitaE da Pixabay)

Il vero trucco per far sì che questo non accade e dunque il pesto non si ossidi è quello di avviare la macchina in modalità “pulse” in modo che le lame funzioni ad intermittenza e non si scaldino troppo.

Se non si ha questa funzione sul proprio robot da cucina, basterà azionarlo per qualche secondo e rispegnerlo poco dopo in modo che si riposi e non vada in incandescenza.

INGREDIENTI (dosi per 10 porzioni di pasta):

  • 120 g di basilico
  • 10 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 4 cucchiai di pecorino
  • 60 g di pinoli
  • 2 spicchi d’aglio
  • 200 ml di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiaini di sale grosso

PREPARAZIONE (circa 10 minuti):

Per prima cosa, lavate ed asciugate per bene le foglie di basilico posizionandole su un canavaccio. In seguito eliminatene il gambo, il quale contribuisce a rendere il prodotto finale più amaro, ed eliminate anche l’anima dell’aglio.

Aggiungiamo nel bicchiere del frullatore le foglie di basilico, il sale, i pinoli e gli spicchi d’aglio ed iniziate a frullare ad intermittenza aggiungendo pian pian un filo d’olio extravergine d’oliva alla volta.

ricetta pesto
Il risultato finale (RitaE da Pixabay)

Unite i formaggi ed azionate la macchina per qualche altro secondo. Un ultimo filo d’olio ed il gioco è fatto! Avrete realizzato un pesto alla genovese comodamente ai vostri fornelli di casa.

Utilizzatelo per condire la pasta, calda o fredda, oppure realizzate con esso un’ottima lasagna.