Pizza: il piatto italiano più amato

Pizza: il piatto italiano più amato
LA PREPARAZIONE

Soffice e gustosa, la pizza si contraddistingue senz’altro come una delle preparazioni più amate dell’Italia: preparando un buon impasto, difatti, è possibile ottenere una pizza proprio come quello delle pizzerie, ma naturalmente, sarà anche importante cucinarla nel modo giusto, così da non farla diventare troppo croccante.

Di gusti delle pizze ve ne sono veramente tanti, ma la margherita rimane sicuramente quella più assaggiata ed apprezzata in tutto il mondo e dai turisti che vengono nel nostro paese. Oggigiorno, peraltro, personalità del mondo dei lievitati come Gino Sorbillo e Gabriele Bonci hanno reso ancor di più semplice la fase di preparazione di questo alimento, anche tramite programmi televisivi come La Prova del Cuoco. Naturalmente, non mancano neppure corsi specializzati proprio per iniziare a cucinare: in tal caso, il corso per pizzaiolo potrà aiutarvi a capire meglio le basi per la preparazione di una buona pizza.

A tal proposito, se state pensando pure voi di cimentarvi nella preparazione di questo delizioso piatto Made in Italy, allora non potrete fare a meno di recuperare tutti gli ingredienti per mettervi subito all’opera con la nostra ricetta. Vi suggeriamo questa tipologia d’impasto, che richiede un maggior tempo per la lievitazione, ma una quantità piccola di lievito, così da risultare più leggera e digeribile.

Ingredienti

  • 500 grammi di farina 0 oppure manitoba
  • 2-3 grammi di lievito di birra
  • 400 millimetri di acqua (leggermente tiepida)
  • 15 grammi di sale fino
  • 20 grammi di olio extravergine di oliva (1 cucchiaio e mezzo circa)
  • semola per stendere l’impasto

Per condire:

  • salsa di pomodoro passata
  • mozzarella q.b.
  • foglie di basilico oppure origano a piacere

 

Preparazione

  • Tenendo conto che quest’impasto ci impiegherà 24 ore, vi suggeriamo di iniziare nel pomeriggio della giornata prima;
  • In metà dose d’acqua sciogliere il lievito;
  • A parte, in una ciotola disporre la farina ed unirvi poi quest’acqua con il lievito;
  • Iniziare a mescolare con una forchetta od un mestolo di legno e, man mano, unire l’altra acqua, l’olio extravergine di oliva ed il sale;
  • Fate riposare l’impasto nella scodella per 10 minuti, senza toccarlo;
  • Versare l’impasto sulla spianatoia, dopo aver messo la semola come base, e fare due pieghe (lato destro verso il centro e lato sinistro sopra a quest’ultimo);
  • In un contenitore ermetico o un contenitore di vetro ungere con un po’ di olio e poi disporre l’impasto ottenuto;
  • Chiudere bene il coperchio o con la pellicola trasparente e riporre in frigo, sul ripiano basso;
  • Il giorno seguente, togliete l’impasto dal frigorifero e lasciate acclimatare per almeno 1 ora: in questo modo, sarà più semplice stendere l’impasto;
  • Se desiderate fare una teglia intera stendetelo direttamente, altrimenti potrete ottenere sino a tre pizze tonde di modeste dimensioni;
  • Ricordatevi, comunque, di utilizzare sempre la semola per non far appiccicare l’impasto e non la farina bianca, perché altrimenti sarebbe assorbita dallo stesso;
  • Lasciate nuovamente lievitare, per 2-3 ore, coprendo con un canovaccio oppure con pellicola trasparente;
  • Condire la pizza con la salsa di pomodoro;
  • Preriscaldare il forno al massimo (250°C) e cuocere la pizza per 10 minuti;
  • Abbassare il forno a 220°-230°C e proseguire per altri 10 minuti la cottura, aggiungendo la mozzarella ed il basilico;

Ora sfornate la vostra pizza e servitela in tavola dividendola a spicchi: i vostri commensali non potranno far altro che gustarla e farvi i complimenti!

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post