I pizzaioli napoletani fanno un gesto incredibile: “A Briatore rispondiamo così!”

I pizzaioli napoletani non hanno fatto attendere la loro risposta al noto imprenditore italiano: “A Briatore rispondiamo così!”. Ripercorriamo tutte le tappe della faida tra le due compagini.

pizzaioli napoletani briatore  pizza
Le pizzaiole napoletane (Ansa)

LE RICETTE PIU’ LETTE DI OGGI:

  1. Biscotti salati al formaggio più buoni che mai. Con questa ricetta sorprenderai tutti
  2. Salame al cioccolato, ricetta di Cracco. Il tocco dello chef che nessuno si aspettava
  3. Risotto dello stalliere, il piatto della primavera con solo 3 ingredienti. Possono farlo tutti

Riavvolgiamo il nastro e ricominciamo da capo: cos’è accaduto negli ultimi giorni che ha creato così tanto scalpore?

Tutto è iniziato con delle critiche mosse a Flavio Briatore, il notissimo imprenditore italiano, che nel suo Crazy Pizza, catena di cucina italiana a Londra, ha esposto dei prezzi fuori dall’ordinario.

Sul menù infatti si può leggere che una semplicissima Margherita può costare ben 13 euro mentre una Pata Negra, con il prosciutto spagnolo, si spinge fino ai 60 euro d’acquisto.

Per molti i costi del cibo sono veramente fuori da ogni logica: a criticare aspramente l’imprenditori sono stati i pizzaioli napoletani, coloro che vendono gli stessi prodotti a prezzi molto modici.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Le parole di Briatore contro i pizzaioli napoletani

In un video social, Briatore era dunque passato al contro attacco chiedendo “Come si può vendere una pizza per soli 4\5 euro?

Il suo punto interrogativo sorge principalmente rispetto ai costi adiacenti al prodotto ovvero lo stipendio dei dipendenti, le uscite del locale, le tasse e le materie prime che devono essere di qualità.

briatore pizza
Pizzeria (OrnaW da Pixabay)

Sul discorso però è intervenuto anche Sergio Miccú, presidente dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani, spiegando “Il problema non è a quanto si venda la pizza con l’astice blu ma a quanto sia giusto vendere una margherita o una marinara con ingredienti di qualità“.

La Margherita: il cibo del popolo

Il problema dunque non sorge quando si parla di pizze stravaganti con ingredienti molto prestigiosi, bensì quando si parla di Margherita o Marinara, le pizze del popolo.

La pizzeria Sorbillo di tutta risposta ha voluto controbattere alle provocazioni lanciate da Briatore con l’offerta della pizza a 8 giorni.

Si tratta di un sistema usato molti anni fa a Napoli in momenti di piena crisi e prevede che il cittadino possa mangiare pizza fritta a credito promettendo di saldare il conto 8 giorni dopo.

curiosità pizza
Margherita e pachino dal cornicione alto (MatteoPhotoPro2020 da Pixabay)

Il dibattito tra pizzaioli napoletani e Briatore non accenna a placarsi: chissà se in risposta agli affronti della pizzeria Sorbillo, l’imprenditore adotterà qualche altra strategia o proferirà altre parole sui social.