Polenta pasticciata, il piatto ideale per le fredde giornate autunnali e invernali

La polenta: il piatto che, con diversi condimenti, troviamo sulle tavole di tutte le regioni, in una versione golosa e saporita.

Polenta pasticciata con ragù
Farina di mais (Fonte: Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Con l’arrivo del freddo è naturale pensare ad una bella polenta. Da nord a sud, in tutte le regioni d’Italia, è un piatto immancabile della stagione fredda.

Variano i condimenti e il modo di presentarla a tavola, ma l’ingrediente base è sempre lo stesso: farina di mais fioretto o bramata.

Vi proponiamo una ricetta che impiega entrambe i tipi di farina.

La polenta da preparare il giorno prima, pronta per andare in forno all’ultimo minuto

Sappiamo che una buona polenta richiede tempi di cottura molto lunghi e si evita di farla con gli ospiti, altrimenti passate più tempo ai fornelli che con loro.

Per questo la versione pasticciata della polenta è ideale se avete ospiti a pranzo o a cena. La maggior parte della preparazione avviene il giorno prima, o comunque con largo anticipo.

E’ anche un ottimo modo per impiegare la polenta preparata in eccesso e rimasta in pentola senza condimento.

Tra le tante tipologie di farine di mais le più impiegate per la preparazione della polenta sono la fioretto, con una grana molto fine, e la bramata, con la grana grossolana percepibile al tatto.

La polenta pasticciata richiede l’impiego di entrambe le tipologie di farine che daranno sia cremosità che consistenza al piatto.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Polenta pasticciata con ragù
Ragù di carne (Fonte: Pixabay)

INGREDIENTI

Per il ragù

  • 500 gr. di carne macinata mista (maiale e manzo)
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 kg di passata di pomodoro
  • 2 foglie di alloro
  • sale e pepe
  • vino rosso
  • olio evo

Per la besciamella

  • 6/7 cucchiai di farina
  • una noce di burro
  • 1 lt di latte
  • sale e pepe

Per la polenta

  • 1 lt di acqua
  • 125 gr. di farina di mais fioretto
  • 125 gr. di farina di mais bramata

Per gratinare

  • parmigiano grattugiato

PROCEDIMENTO

In un paiolo mettere l’acqua con una manciata di sale e portare ad ebollizione. Versate quindi le due farine mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi.

Proseguire la cottura per circa un’ora a fuoco basso, mescolando spesso con un mestolo. A cottura ultimata versate la polenta su un tagliere o un vassoio e lasciate raffreddare.

A questo punto preparate il ragù. In un tegame fate rosolare la carne macinata con un po’ di olio, sfumate con 1/2 bicchiere di vino rosso e aggiungete la carota, la cipolla e il sedano tritati.

Lasciate cuocere qualche minuto ed aggiungete la passata di pomodoro, le foglie di alloro, sale e pepe. Lasciate cuocere con il coperchio a fuoco bassissimo per 4/5 ore.

Preparate la besciamella mettendo in un pentolino la farina e il burro e cuocere mescolando fino ad ottenere un impasto color nocciola. Togliete dal fuoco ed aggiungete il latte un po’ per volta. Aggiungere sale e pepe e rimettere sul fuoco basso mescolando di continuo finchè non diventa una crema densa.

Tagliate la polenta in fette alte circa 1 cm e disponetele in una pirofila unta con olio, alternando strati di polenta con strati di ragù e besciamella.

Completate con un ultimo strato di ragù, besciamella e una spolverata di parmigiano grattugiato. Infornate a 170° per circa 50 minuti

Polenta pasticciata con ragù
Polenta pasticciata (Fonte: Pinterest GZ Blog)

Lasciate riposare fuori dal forno per circa 30 minuti prima di portare in tavola la vostra polenta pasticciata.