Cavolfiore, ecco come lavarlo correttamente: così elimini germi e parassiti

Il cavolfiore è un ortaggio molto amato dagli italiani che può essere usato come contorno o come ingrediente per diverse ricette. Andiamo dunque a vedere come lavarlo correttamente per eliminare germi e parassiti.

come lavare cavolfiore
Come lavare correttamente il cavolfiore (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Torta alle mele, la versione super light senza grassi e poche calorie. Da provare!
  2. Insalata di mare, la ricetta che porta a tavola il profumo autentico dell’estate
  3. Calamari ripieni al profumo di limone, un secondo piatto da leccarsi i baffi! Pronto in pochi minuti

Stiamo parlando di un ortaggio che apporta pochissime calorie, appena 25kcal ogni 100 grammi di prodotto, e che presenta buone dosi di fibre, carboidrati e proteine.

In questo periodo autunnale il cavolfiore fa capolinea sulle nostre tavole venendo cucinato sia come classico contorno sia come ingrediente in diverse ricette.

Prima di iniziare a realizzare il piatto però bisogna dedicarsi alla pulizia di tale alimento: andiamo dunque a vedere insieme come lavare correttamente il cavolfiore per eliminare ogni traccia di germi, parassiti e batteri.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Cavolfiore, ecco come lavarlo correttamente: così elimini germi e parassiti

Di solito, per la detergenza di questo prodotto, siamo soliti tagliato a pezzi e passarlo sotto l’acqua corrente. Molto spesso però quest’operazione non basta poiché parassiti, germi o batteri potrebbero rimanere attaccati all’ortaggio.

Come fare dunque? Per prima cosa andrà rimossa la parte più dura del cavolfiore, ovvero quella che si trova tra il fusto e le foglie.

pulizia cavolfiore
Pulizia del cavolfiore (Canva)

A questo punto riempite una bacinella con 3 tazze di acqua e una di aceto. Lasciate dunque in ammollo tale ortaggio per un periodo di tempo compreso tra i 15 e i 20 minuti.

Terminato questo lasso di tempo, tirate fuori l’alimento e risciacquatelo sotto acqua fredda corrente. Infine per eseguire un lavoro proprio minuzioso potrete spazzolarlo con le classiche spazzole utilizzate per frutta e verdura.

I benefici del cavolfiore

Per quanto riguarda i benefici che questo cibo apporta al nostro corpo, innanzitutto possiamo dire che grazie alle fibre contenute migliora la digestione e cronicizza l’evacuazione delle feci.

In secondo luogo poi, essendo colmo di antiossidanti, rimanda il più possibile l’invecchiamento cellulare facendoci evitare la contrazione di patologie come Alzheimer, Parkinson e formazioni tumorali.

Contenendo pochissime calorie e favorendo di gran lunga il senso di sazietà, stiamo parlando di una verdura che può aiutarci immensamente a dimagrire durante i periodi di dieta.

cavolfiore dimagrire dieta
Il cavolfiore, ottimo per la dieta (Canva)

Infine grazie alla considerevole presenza di colina, questo alimento migliora e fortifica il funzionamento del sistema nervoso e del metabolismo energetico. 

Dopo tutto quello che abbiamo detto, sembra impossibile non implementare questo ortaggio all’interno della propria dieta. Mangiarlo tra le due e le tre volte alla settimana ti migliora la vita in un batter d’occhio!