Pomodori ripieni: quali ingredienti occorrono per un piatto senza cottura

0
14
pomodori ripieni
Come preparare i pomodori ripieni

Pomodori ripieni: quali ingredienti occorrono per un piatto senza cottura, scopriamoli insieme, uno per uno…

pomodori ripieni
Pomodori d’estate

In estate, non c’è mai tutta questa voglia di cucinare. Spesso, si opta per qualche piatto dalla preparazione veloce, magari anche fresco e leggero. In questo modo, non ci alzeremo da tavola super sazi e soprattutto non ci dedicheremo ore ed ore alla cucina. Avere il fornello o il forno acceso, con le temperature estive, è veramente troppo. Così, abbiamo pensato a tutti i cuochi e le cuoche in difficoltà nell’ultimo periodo raccomandandogli qualche piatto leggero e veloce da preparare. Cosa c’è di meglio, in un periodo come la stagione estiva, che i pomodori ripieni di insalata russa? Freschi, gustosi, leggeri, facili da preparare e senza forno o fornelli. Insomma, cosa volete di più? Vediamo, però, come si preparano. Quali sono gli ingredienti che ci occorrono e qual è invece il procedimento per questo piatto.

Come preparare i pomodori ripieni: ingredienti e procedimento

Per preparare i pomodori ripieni, come abbiamo già accennato, non ci vuole molto. Certo, un po’ di pazienza nell’imbottirli, ma niente di più. Non dovremo stare ai fornelli a girare e rigirare la pietanza. E nemmeno davanti al forno ad aspettare che si cuociano. E’ tutto molto semplice e veloce. Inoltre, chi li mangerà a cena si sentirà leggerissimo ed andrà a dormire felice e soddisfatto.

  • 8 pomodori
  • 100 g di carote
  • 150 g di patate
  • 100 g di piselli
  • 150 g di maionese
  • sale q.b.
  • basilico o erba cipollina q.b.

Ecco, questi sono tutti gli ingredienti per la preparazione di questo piatto. Munitevi di coltello affilato, facendo attenzione alla lama, e di tagliere. Sminuzzate le patate, le carote, i piselli e unite il tutto. Nella stessa ciotola versateci la maionese, il sale, e il basilico. Poi cominciate a riempire i pomodori, l’uno dopo l’altro. Serviteli dopo averli tenuti un po’ in frigo.