Prevenire i tumori con l’alimentazione, i consigli della scienza

Prevenire i tumori con l’alimentazione, i consigli della scienza

Il tumore è il male del nostro secolo, una piaga che irrompe con sempre maggior aggressività e un numero di casi in crescendo, a causa soprattutto dell’inquinamento, di nuove sostanze dalle conseguenze sconosciute immesse nell’ambiente e di uno stile di vita e alimentare inadeguato. Gli esperti dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro hanno divulgato degli accorgimenti per cercare di limitare il rischio di ammalarsi di cancro facendo leva sulla prevenzione, al momento l’unica medicina in grado di contrastare seriamente questo male.

In occasione della quindicesima edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, Marco Alloiso, Presidente della Lilt di Milano, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, ha dichiarato: “L’obiettivo dell’iniziativa è diffondere la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce. Arrivare “prima” di fronte a un tumore è fondamentale per aumentare la sopravvivenza. Secondo le più recenti statistiche, nell’ultimo anno in Italia sono stati diagnosticati circa 1.000 nuovi casi di cancro al giorno – ha sottolineato Alloiso come riportato dal ‘Corriere della Sera’ -. Oltre un terzo non si svilupperebbero se ci impegnassimo ad adottare quotidianamente uno stile di vita corretto come suggeriscono le 10 raccomandazioni del Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro. Tutte queste semplici regole, insieme alla pratica costante dei controlli di diagnosi precoce, permetterebbero non solo di ridurre l’incidenza dei tumori, ma anche di trattare più efficacemente le persone già malate”.

Ecco alcuni consigli utili:

Non fumare: evitare di respirare anche il fumo passivo. Infatti il 90% dei casi di tumore al polmone è dovuto al fumo. Fare attività fisica: fare sport o ginnastica aiuta a restare in salute, evitate di trascorrere troppo tempo seduti. Seguire un’alimentazione equilibrata: evitate cibi con zuccheri raffinati, industriali, le carni rosse; meglio una dieta ricca di verdure e frutta. Periodicamente sottoponetevi ad uno screening medico, tra cui un test per il sangue occulto nelle feci e la mammografia.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post