Il segreto del ragù alla napoletana è che deve… E tu lo sapevi?

Il ragù alla napoletana, un piatto della tradizione campana che è possibile trovare sulle tavole dei partenopei una domenica si e l’altra pure. 

ragù alla napoletana
ragù alla napoletana

Il ragù a Napoli è un istituzione, la domenica se non è presente sulle tavole dei partenopei non è domenica. Il ragù a Napoli è casa, è sentimento, è un mood, in quella pentola piena di carne e sugo c’è tutto l’amore per la propria terra e le tradizioni tramandate di generazioni in generazioni.

Il ragù alla napoletana deve pippiare

E’ questo il segreto, il ragù deve pippiare per ore ed ore, a fuoco lento in un ambiente umido, il sugo deve cuocere tanto perchè la carne si deve sciogliere in bocca. Se non sobbolle per ore non è il vero ragù della tradizione. A Napoli la preparazione inizia la mattina presto, molte massaie iniziano a cucinare anche alle 7 del mattino, tutto per mettere in tavola una pietanza perfetta.

ragù alla napoletana
ragù alla napoletana

Preparare il ragù è molto semplice, la cosa fondamentale è che deve pippiare a fiamma bassissima per almeno 4 ore.

Ingredienti: 

700 gr di biancostato di manzo

320 gr di costine di maiale (dette anche tracchie)

350 gr di salsicce

1 l di passata di pomodoro

1 cipolla

olio extravergine d’oliva q.b.

un bicchiere di vino rosso

300 ml di acqua

sale q.b.

basilico q.b.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Nunzia De Girolamo l’ha fatto davvero. Che donna coraggiosa…

Procedimento: 

In una bella pentola capiente antiaderente metti un bel giro d’olio d’oliva e fetta la cipolla sottilmente, fai soffriggere ed aggiungi la carne. Fai rosolare bene a fiamma viva e sfuma con vino rosso, quando l’alcol sarà evaporato aggiungete la passata e l’acqua, aggiustate con sale ed un pizzico di zucchero (per togliere l’acidità del pomodoro).

Fate cuocere per 4 ore lentamente, aggiungete acqua calda se lo ritenete necessario. Trascorso il tempo necessario noterete che la carne inizia a staccarsi da eventuali ossa, a quel punto il ragù alla napoletana sarà pronto per condire la vostra pasta.

La tradizione vuole che si intinga (direttamente dalla pentola) un pezzo di pane fresco e si faccia colazione con pane e pomodoro, così come facevano tantissimi anni fa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Benedetta Parodi li fa meglio di tutti, che domenica speciale