Richiamo alimentare per un potente fungicida, attenti a questo prodotto

Le informazioni urgenti da sapere riguardo al recente richiamo alimentare emanato per evitare il sorgere di possibili conseguenze per i consumatori.

La corsia di un supermercato
La corsia di un supermercato (Foto Canva)

Un richiamo alimentare arriva da parte del Ministero della Salute, che ancora una volta mette in guardia i consumatori dall’acquistare e soprattutto dal consumare uno specifico prodotto. Il tutto è indicato all’interno della notifica che è attualmente presente sul sito web ufficiale dell’Ente.

Consultare questo comunicato di richiamo alimentare permetterà a tutte le persone che siano rimaste eventualmente coinvolte nell’acquisto di tale articolo a procedere con l’iter che è previsto in questi casi. Infatti la merce indicata è stata sottoposta a richiamo alimentare per via di una potenziale problematica che riguarda la salute dei consumatori.

Abbiamo infatti un possibile caso di contaminazione di cibo per mezzo di un potente fungicida, il Triciclazolo. Per via di questa cosa quindi tutti coloro che abbiano in casa una o più unità del prodotto segnalato sono tenuti a riconsegnarlo dove lo hanno acquistato in precedenza. In tal modo sarà possibile procedere con un rimborso o con una sostituzione con altra merce di prezzo equivalente.

La nota ministeriale indica tutto ciò che è necessario fare a seguito di questo richiamo alimentare avvenuto per precauzione, come da prassi in situazioni del genere. Abbiamo tutti i dati che ci servono per riconoscere l’articolo interessato dalla possibile presenza di una sostanza potenzialmente nociva.

Richiamo alimentare, la notifica urgente di oggi

Il riso tolto dalle vendite
Il riso tolto dalle vendite (Foto Ministero della Salute)

Il prodotto è rappresentato dal Riso Vialone Nano che riporta il marchio di Prix. Il produttore è l’azienda Curti s.r.l. con socio unico, come riportato dalla informativa del Ministero. Lo stabilimento di produzione si trova in Lombardia, a Valle Lomellina, in provincia di Pavia.

LEGGI ANCHE: Come conservare l’olio extravergine d’oliva, non fare questi errori

C’è un solo lotto interessato da questa problematica che ha portato le autorità a procedere con il provvedimento a scopo cautelativo. La possibile presenza di Triciclazolo riguarda le unità del lotto di produzione L18/10/2024, che rappresenta anche la data di scadenza o termine minimo di conservazione.

LEGGI ANCHE: Quando mangi il sushi stai attento. Gli errori più comuni da non fare mai più

Ogni unità richiamata ha un peso di un chilo. Bisogna riconsegnare questo articolo per evitare che possano avere luogo delle possibili conseguenze per la salute. Nei giorni scorsi altri prodotti di Curti S.r.l. avevano subito lo stesso destino.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

E come sempre avviene in situazioni come questa, le autorità incaricate di far rispettare tutti i parametri sulla sicurezza alimentare hanno preferito procedere con il richiamo dal mercato.