Rimedi naturali per cicatrizzare le ferite

Rimedi naturali per cicatrizzare le ferite

A tutti capita di procurarsi delle ferite o dei tagli e in certi casi il nostro organismo deve reagire con un naturale processo di cicatrizzazione, o meglio di coagulazione del sangue e delle piastrine. Esistono dei modi naturali per velocizzare questo processo, parliamo delle erbe cicatrizzanti, che non andranno applicate direttamente sulle ferite non del tutto cicatrizzate o arrossate, così come prima delle esposizioni al sole o in caso di allergie.

Vediamo insieme quali sono queste piante medicinali cicatrizzanti e curative.

1. Iperico – Detta anche erba di San Giovanni, si usa un olio entro cui vengono lasciati macerare i fiori o potete acquistarlo nella vostra erboristeria di fiducia. Si applica sulla pelle, direttamente sulla cicatrice, per due o tre volte al giorno, ma mai prima dell’esposizione al sole. Ottimo anche contro le scottature da mare e le ustioni: i flavonoidi in esso contenuti svolgono, infatti, un’importante azione antinfiammatoria.

pianta-aloe-vera

2. Aloe vera – Il gel di aloe vera ha un grande effetto cicatrizzante e antinfiammatorio: basta applicarlo due volte al giorno sulla zona interessata. Ha anche altri usi di bellezza.

borragine

3. Borragine – L’olio di borragine ha una notevole capacità antinfiammatoria, basta applicare poche gocce sulla cicatrice. Con la polpa di radice e le foglie si può preparare un impacco utilizzando 50-100 grammi di pianta da far bollire in un litro di acqua.

4. Centella asiatica – Contiene molte sostane utili per la pelle e capaci di stimolare la produzione di collagene e la rigenerazione dei vasi sanguigni e della pelle. E’ acquistabile sotto forma di tintura madre o olio essenziale o gel da applicare sulla cute.

5. Rosa mosqueta – L’olio essenziale di rosa mosqueta può essere usato puro o diluito, applicando alcune gocce sulla zona interessata e massaggiando. Questo olio è ricco di acidi polinsaturi, ma anche di vitamina A, vitamina E e vitamina K. Si utilizza per trattare le lesioni dovute all’acne o alla varicella, per riparare la pelle in caso di ustioni e scottature, per velocizzare il processo di guarigione della pelle in seguito a interventi chirurgici o in caso di piaghe da decubito e nella prevenzione e nel trattamento delle smagliature e cicatrici.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post