Roma, Vinòforum dall’11 al 20 settembre a Parco Tor di Quinto

Roma, Vinòforum dall’11 al 20 settembre a Parco Tor di Quinto

LA PREPARAZIONE
di Gastronauta Solitario

Vinòforum Roma – Torna l’appuntamento romano con il vino. Al Parco Tor di Quinto dall’11 al 20 settembre si terrà Vinòforum, la kermesse enogastronomica tra le principali della capitale.

vinoforum roma cibo
Foto Ufficio Stampa Vinòforum

Vino, tanto vino, e cibo. Vinòforum conferma il suo appuntamento anche per il 2020 e seppur con il dovuto ritardo a causa dell’emergenza Covid non manca l’abituale edizione annuale. Uno slittamento obbligato da giugno a settembre, in via del tutto eccezionale, e per il secondo anno consecutivo a Parco Tor di Quinto, location all’aperto che ospiterà i maggiori produttori di vino italiani (presenti anche etichette intenzionali) e temporary restaurant dei più importanti chef che “popolano” la capitale. Un evento enogastronomico a tutto tondo per gli appassionati di vino e di cibo, che qui possono consumare fino a 10 degustazioni di vino (libera scelta) accompagnando piatti di alta cucina che partono dal prezzo simbolico e democratico di 6 euro. Il prezzo d’ingresso è di 16 euro (biglietto base).

Qualche numero di Vinòforum: presenti oltre 700 cantine, 2.500 etichette, oltre 35 chef, decine di appuntamenti tematici. In tutto ciò anche, se non soprattutto, l’opportunità di incontrarsi di nuovo dopo i mesi di lockdown e lo slittamento di praticamente tutti gli eventi del settore enogastronomico. Vinòforum è la prima kermesse dell’ambito food a riaprire le porte a livello nazionale.

Roma, a Vinòforum anche l’alta cucina

Non solo vino, alla manifestazione anche tanto cibo e alta cucina. Per quanto riguarda gli chef presenti, i primi due giorni di manifestazione (stasera e domani) occuperanno i vari temporary restaurant Anthony Genovese del ristorante Turné (Roma), Sara Scarsella e Matteo Compagnucci di Sintesi (Ariccia), Paolo d’Ercole di Eufrosino (Roma), Daniele Roppo de Il Marchese (Roma), Andrea Pasqualucci del Moma (Roma) e Maria Luisa Zaia de L’Oste della Bon’Ora (Grottaferrata).

Per tutte le info visitate il sito ufficiale dell’evento

Per le foto si ringrazia l’ufficio stampa.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post