Zucchero Di Canna O Zucchero Bianco? Consigli Per La Salute

Zucchero Di Canna O Zucchero Bianco? Consigli Per La Salute
LA PREPARAZIONE

Nei bar è ormai tradizione consolidata trovare bustine di zucchero di canna insieme a quello classico, derivato dalla barbabietola. In molti optano per lo zucchero di canna convinti che sia meno calorico e più salutare rispetto allo zucchero ‘bianco’, ma sarà davvero così?

ThinkstockPhotos-487690549

Lo zucchero classico che si comunemente al bar o in cucina, per dolcificare caffè, tè, dolci e altro subisce un processo di raffinazione per renderlo così fine e di colore bianco lucente. Questa raffinazione richiede diversi passaggi che spesso vengono compiuti con dei prodotti chimici, alcuni dei quali derivati dal petrolio e quindi cancerogeni.

Lo zucchero di canna subisce anch’esso dei processi di raffinazione: ad esempio per accentuare il suo colore ambrato viene aggiunto il colorante E150, un additivo che di certo non giova alla nostra salute e che sarebbe meglio evitare. In commercio esiste anche lo zucchero di canna integrale, meno pericoloso rispetto allo zucchero di canna raffinato, ma contiene quasi le stesse calorie di quello bianco ricavato dalle barbabietole: 100 grammi di zucchero di canna grezzo contengono 377 kilocalorie, 15 in meno rispetto allo zucchero bianco.

Lo zucchero di canna integrale si riconosce rispetto al più comune zucchero di canna raffinato per i granelli di forma e dimensioni non omogenee e che non si separano facilmente tra loro, nonché per il colore tendente al bruno e poco uniforme, con granuli più scuri di altri.

Lo zucchero di canna, sia raffinato che grezzo, ha il vantaggio di non contenere glutine e quindi può essere tranquillamente assunto dai celiaci; inoltre pare sia meno nocivo per la salute dei denti per quanto concerne l’insorgenza di carie e, rispetto a quello tradizionale, presenta vitamine e sali minerali.

Di certo entrambi i tipi di zucchero, se consumati in maniera spropositata, possono causare problemi di sovrappeso e obesità. E non si parla solo del caffè o tè zuccherato, ma anche di dolci e bibite gassate: basti pensare che una lattina di Coca-Cola contiene l’equivalente di 10 cucchiaini di zucchero.

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post