Cavolfiore pieno di batteri e vermi. Li elimini solo così: metodo efficace

Pulire gli alimenti che successivamente portiamo in tavola è un’operazione imprescindibile: oggi andiamo alla scoperta di un metodo super efficace per detergere il cavolfiore eliminando possibili batteri e vermi.

cavolfiore eliminare vermi batteri
Come eliminare dal cavolfiore vermi e batteri (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Risotto alla zucca con ingrediente segreto: trucco dei grandi per farlo cremosissimo
  2. Pollo e patate in padella, ci sono tanti trucchi che non conosci: ti spieghiamo come fare
  3. Biscotti morbidi cacao amaro e caffè: una vera tentazione per iniziare al meglio la giornata

In questo periodo dell’anno il cavolfiore transita spesso sulle nostre tavole venendo cucinato come contorno classico o come ingrediente per realizzare deliziose ricette.

Parliamo di un ortaggio che apporta pochissime calorie (appena 25 ogni 100 grammi di prodotto) e che presenta alte dose di fibre, carboidrati e proteine.

Come ogni altra verdura, prima di far capolinea nei nostri piatti, anche il cavolfiore deve essere lavato e pulito per bene: andiamo a scoprire insieme un metodo molto efficace per eliminare del tutto vermi e parassiti. 

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Cavolfiore pieno di batteri e vermi: il metodo efficace per eliminarli

Non basta una semplice passata sotto l’acqua corrente per raggiungere l’obiettivo prefissato: si dovrà infatti eseguire un passaggio rapido e semplice per eliminare possibili ospiti indesiderati.

come pulire cavolfiore
Lavare il cavolfiore sotto l’acqua del rubinetto (Canva)

Il primo step da eseguire sarà quello di eliminare la parte dura del fusto. Successivamente tagliate l’ortaggio in piccoli pezzetti rimuovendo possibili parti marcite o nere.

Fatto ciò, mettete il tutto all’interno di una ciotola riempita con 3 tazze d’acqua ed una di aceto. Quest’ultimo ingredienti, contenendo acido acetico, riesce a disinfettare altri prodotti rimuovendo possibili germi e batteri.

Lasciate il cavolfiore all’interno di questo miscuglio per circa 15\20 minuti. Terminato il lasso di tempo prestabilito, sciacquate sotto acqua corrente l’alimento e cucinatelo come più vi aggrada.

Qual è la migliore cottura per il cavolfiore?

Per mantenere intatte le miracolose proprietà che il cavolfiore offre al nostro organismo, la miglior cottura possibile è quella al vapore.

Tra le sue principali qualità ricordiamo infatti che il cavolfiore è ricco di vitamina C, acido folico, fosforo, calcio, ferro, potassio e altro ancora.

Grazie a questi elementi, l’ortaggio in questione può vantare proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e di contrasto contro numerose patologie.

proprietà cavolfiore
L’ortaggio in questione (Canva)

Ora dunque avete a disposizione tutti gli strumenti e le conoscenze necessarie per detergere, pulire e cuocere al meglio questo delizioso prodotto della terra.