Esame di maturità: cosa mangiare prima della maxi prova. I consigli

Esame di maturità: cosa mangiare prima della maxi prova. I consigli

LA PREPARAZIONE
di Gastronauta Solitario

Esame di maturità 2020: i consigli su cosa mangiare prima di affrontare la temuta maxi prova di quest’anno. Il 16 giugno ci sarà la maturità più “insolita” di sempre, con l’esame orale della durata di un’ora.

Il conto alla rovescia sta per terminare. Nonostante tutte le difficoltà e i dubbi che hanno monopolizzato gli ultimi mesi, finalmente è tempo di esami di maturità. Una maturità insolita, che in via del tutto eccezionale differirà dalla formula abituale (tre prove scritte, con tanto di buste sigillate, professori esterni e l’orale finale) e che si svolgerà solamente attraverso un maxi colloquio davanti a una commissione fatta di docenti dell’istituto. Solo il presidente di commissione sarà esterno. A meno di 24 ore dal via sale il nervosismo da parte degli studenti che, tra libri e pc, cercano di trovare “rifugio” nel cibo. Ma cosa è consigliabile mangiare a ridosso di una prova, psicologicamente e emotivamente, così importante? Quali alimenti possono aiutare a mantenere alta la concentrazione e quali, al contrario, possono essere deleteri?

Esame di maturità: cosa mangiare per rimanere concentrati

Il caffè, usa delle bevande simbolo dello studio matto e disperatissimo, può essere utile ma solamente in quantità moderate. Un abuso di caffeina infatti, oltre che di teina, potrebbe portare ad un effetto opposto e risultate più deleterio che utile ai fini della concentrazione. Evitare cibi pesanti a poche dall’atteso esame: anche a cena preferire qualcosa di leggero e nutriente. Ma è a colazione, la mattina, che si gioca la partita decisiva per l’organismo dello studente. Appena svegli è consigliabile di assumere cereali abbinati a zuccheri di rapido assorbimento: il segreto per una migliore funzione cerebrale. Fondamentale anche mangiare un po’ di frutta (meglio se di stagione) per il suo apporto di sali minerali, vitamine, polifenoli come antiossidanti, e acqua. Se disponibile mangiare un po’ di yogurt magro e abbinare al tutto una tazzina (non più) di caffè. Qualche frutto secco, come noccioline o mandorle, per garantire il giusto surplus calorico per uno sforzo, mentale più che fisico, che verrà sostenuto in aula.
Per il resto dipenderà tutto dalla preparazione di ognuno, e a noi non ci resta che augurare ai maturandi buona fortuna e buon esame!

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post