Fa ingrassare più la pasta o il riso? Non demonizziamo i carboidrati: la verità che nessuno conosce

Il quesito se sia più calorica la pasta o il riso è molto diffuso, ma in realtà ne l’uno nell’altro deve essere visto con timore come fonte di grassi.

Riso e pasta: quale fa più ingrassare
Riso e pasta (Foto di cottonbro da Pexels)

Fa più ingrassare il riso o la pasta? Questo dilemma è molto diffuso, ma parte di per sé da un punti di vista errato. Infatti è bene non guardare con timore questi cereali fonti di molti benefici per il corpo: i carboidrati non devono essere demonizzati e per vivere al meglio non vanno rimossi a tavola.

Una dieta che non preveda il loro consumo può avere  risvolti molto pericolosi per l’organismo quali indebolimento del sistema immunitario, caduta dei capelli, unghie deboli, insonnia e problemi cardiovascolari.

A tutto questo si aggiunge anche un peggioramento a livello estetico portando a perdere massa muscolare e finendo così nell’effetto skinny fat: un corpo magro, ma con adiposità localizzate soprattutto se si riducono i carboidrati e non si svolge nessun tipo di attività fisica.

Spesso inoltre un regime privo di pasta e riso non è sostenibile nel lungo periodo portando a un drastico dimagrimento iniziale, ma non sano, che può portare nel lungo periodo a riprendere tutti i kg anche con gli interessi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > Pasta alla siciliana con broccoli, uvetta, cipolla caramellata e zafferano. Ricetta della tradizione

Fa ingrassare più la pasta o il riso: la verità

In fatto di pasta e riso in realtà non c’è molta differenza a livello di apporto kcal. Entrambe si prestano infatti in un regime dietetico se assunte nelle giuste quantità e con condimenti ad hoc, evitando quelli più complessi e dagli ingredienti poco sani.

Pasta come cucinarla
Pasta (Foto di Oleg Magni da Pexels)

Dal punto di vita calorico la pasta ha un quantitativo di kcal un po’ superiore del riso, ma questo ha un indice glicemico più alto, facendo sì che si equivalgano.

L’aspetto più importante per poterle gustare con serenità, senza il timore di poter ingrassare è quello di variare il più possibile, alternando questi cerali durante le giornate e prediligendo quelli integrali, più digeribili e dal una quantità di zuccheri raffinati inferiore.

In cucina si potrà scatenare la fantasia proponendo innumerevoli tipologie di paste e di risotti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > Riso gratinato al forno con zucca e salsiccia. Filante e saporito: ricetta furba

risotto cime di rapa ricetta
Riso (foto Pixabay di moritz320)

Inoltre si potrà variare scegliendone tipi differenti oppure optare per altri cereali come cous cous, quinoa e orzo. In ogni caso con questi si potranno creare piatti golosi e sazianti con cui affrontare al meglio la dieta assumendo tutti i macro necessari.