Ravioli dolci fritti dal ripieno inaspettato | Come stupire grandi e bambini

Si avvicina il periodo di Carnevale: ecco i ravioli dolci fritti, tipici e buonissimi. Con questo ripieno sono particolarmente deliziosi.

ravioli dolci fritti ricetta
Ravioli dolci fritti (AdobeStock)

Sono tra i dolci tipici del tempo di Carnevale e piacciono a grandi e bambini. I ravioli dolci fritti sono una delizia a cui è difficile resistere.

Golosissimi e profumati, conquistano con il sapore intenso della pasta fritta e con un ripieno stuzzicante. Nel caso di questa ricetta che vi proponiamo, si tratta di un dessert che stupisce per la sua cremosità e per la farcitura su due gusti.

Rappresentano sicuramente un’opzione perfetta per la merenda, ma possono essere un dolce da dopo pasto indicatissimo e raffinato per concludere pranzo o cena in dolcezza.

Scopriamo allora nel dettaglio tutto quello che occorre e i vari passaggi da eseguire per realizzare sia la pasta che le creme e comporre questi stupefacenti dolcetti.

Ingredienti e preparazione dei ravioli dolci fritti

Per alternare i gusti del ripieno realizzeremo qui due creme, una al cioccolato e un’altra bianca profumata di limone. Bisogna inoltre munirsi di un coppapasta piccolo o se si vuole con una determinata forma decorativa per tagliare la pasta.

ravioli dolci fritti ricetta
Preparazione della crema ( AdobeStock)

LEGGI ANCHE: Carbonara perfetta? | Ecco gli spaghetti che devi scegliere

INGREDIENTI (per 4 persone)

Per la pasta:

  • 500 g di farina 00
  • 4 uova intere
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 20 ml di rum
  • 50 ml di latte
  • 40 g di burro
  • Scorza di 1 limone grattugiata
  • Sale q.b.
  • Olio di semi di arachide q.b.
  • Zucchero a velo q.b.

LEGGI ANCHE: Vellutata di ceci | Una ricetta che fa bene e costa poco

Per le creme:

  • 500 ml di latte
  • 5 cucchiai di zucchero semolato
  • 4 tuorli d’uovo
  • 3 cucchiai di farina 00
  • 1 cucchiaino di cacao amaro in polvere
  • Scorza di 1 limone

LEGGI ANCHE: Pasta trafilata al bronzo | Non sbagliare al supermercato, queste sono le migliori

PREPARAZIONE (60 minuti circa)

Si comincia con la preparazione della pasta. Su un piano di lavoro disporre la farina a fontana e rompervi le uova in un buco al centro.

Iniziare a impastare con una forchetta, poi unire tutti gli altri ingredienti e proseguire ad impastare con le mani fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

A questo punto avvolgerlo nella pellicola alimentare, riporlo in frigorifero e lasciarlo riposare per 30 minuti. Nel frattempo preparare le creme per il ripieno.

In un pentolino versare il latte e la scorza intera del limone e portarlo a ebollizione. Poi, eliminare la scorza e a parte, in una ciotola, unire i tuorli con lo zucchero e lavorarli con una forchetta o con la frusta a mano.

Sempre mescolando aggiungere il latte poco alla volta e dopo incorporare la farina. Si dovrà ottenere un composto molto liscio.

Versarlo nel pentolino e a fuoco basso continuare a mescolare con un cucchiaio di legno finché non si addensa. Quando la crema è pronta suddividerla in due parti uguali e in una aggiungere il cacao e amalgamarlo.

Coprire entrambe con la pellicola a contatto nel frattempo che, trascorso il tempo di riposo della pasta, si passa a realizzare i ravioli.

Stendere la pasta meglio se con l’apposita macchina per la pasta e con un coppapasta ricavare i pezzi dei ravioli. Quindi farcire metà pezzi con le creme e ricoprirli con gli altri pezzi avendo cura di sigillare bene i bordi.

Il passaggio successivo è la frittura in olio caldo dentro una pentola a sponde alte. Lasciarli friggere fino ad assumere un bel colore uniforme dorato.

Via via che sono pronti prelevarli con una schiumarola e adagiarli su fogli di carta assorbente per asciugarli dall’olio in eccesso. 

ravioli dolcio fritti ricetta
Preparare i ravioli (AdobeStock)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Infine per completare, se si vuole, si può procedere a spolverlarli di zucchero a velo. Non resta che assaporarli in tutta la loro bontà, meglio se caldi o tiepidi, ma sono buoni anche freddi.