San Valentino a Villa Crespi: il menù Cannavacciuolo per tutte le…

San Valentino a Villa Crespi: il menù Cannavacciuolo per tutte le tasche

LA PREPARAZIONE
di Marco

San Valentino a Villa Crespi: Cannavacciuolo ha pensato ad un fantastico menù con più opzioni per tutte le tasche

Cannavacciuolo San Valentino
San Valentino: il menù per tutte le tasche di Cannavacciuolo

Cosa fate a San Valentino? E’ la festa degli innamorati. Una delle feste più romantiche e più sentite dagli italiani. Tutti corrono alla ricerca del cioccolatino più buono, più particolare, della frase ad effetto. Ma non solo: ci sono anche dei modi per rendere questa giornata indimenticabile. E sapete quali sono? Beh, uno di questi è senza dubbio una esperienza culinaria in uno dei ristoranti più rinomati d’Italia: Villa Crespi di Antonino Cannavacciuolo. Lo chef, stando a quanto si apprende, ha preparato per la sua fantastica location un menù per gli innamorati, fatto ad hoc per la festa di San Valentino.

San Valentino, il menù di Antonino Cannavacciuolo per gli ospiti di Villa Crespi

Cosa ha preparato, Antonino Cannavacciuolo, per San Valentino? Cosa bolle in pentola? Di sicuro, saranno tantissimi gli innamorati che vorranno stupire la propria ‘partner’ (o viceversa) per la giornata di San Valentino. Così, lo chef ha voluto mettere a disposizione dei suoi ospiti un menù creato apposta per questa ricorrenza. Anzi, parliamo di più di un menù e varie opzioni tra cui scegliere. Esiste, in primis, il classico menù degustazione che costa 220 euro a persona e comprende:

  • Stuzzichino dello chef;
  • Scampi di Sicilia alla “pizzaiola”, acqua di polpo;
  • Insalata di polpo, verdure cotte all’olio, caviale di aceto;
  • Gnoccheti di baccalà, alghe marine, tartufo di mare;
  • Tagliatelle di fagioli, cacio e pepe, tartufo nero;
  • Triglia, patate, cime di rapa e colatura di provola affumicata;
  • Maialino da latte, zucca e castagne;
  • Pre dessert;
  • Dessert Villa Crespi;
  • Piccola pasticceria, babà e code d’aragosta.

Tuttavia, come detto, lo chef ha pensato a più di una opzione ed ha voluto rendere la sua Villa Crespi accessibile proprio a tutti. Creando, così, un menù per tutte le tasche e tutte le possibilità. Ecco che, dunque, nasce la torta ‘Desiderio’ che costa 27,50 euro. Non solo: Cannavacciuolo ha pensato anche di offrire una scatola di cioccolatini con spumante millesimato del 2013 al costo di 54 euro.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post