Cavoletti di Bruxelles, dove nascono e quali sono le loro incredibili proprietà

I cavoletti di Bruxelles sono un ortaggio che vediamo proliferare esponenzialmente sulle nostre tavole in questo periodo dell’anno. Andiamo a scoprire insieme dove nascono e quali sono le loro proprietà quasi miracolose.

cavoletti bruxelles proprietà
I cavoletti di Bruxelles (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Risotto alla zucca con ingrediente segreto: trucco dei grandi per farlo cremosissimo
  2. Pollo e patate in padella, ci sono tanti trucchi che non conosci: ti spieghiamo come fare
  3. Biscotti morbidi cacao amaro e caffè: una vera tentazione per iniziare al meglio la giornata

Piccoline palline verdi tondeggianti: questo è il perfetto riassunto dei cavoletti di Bruxelles. Il loro periodo di maturazione va dai primi di Novembre fino a fine Febbraio e perciò in questo momento vediamo moltiplicarli esponenzialmente sulle nostre tavole.

Vengono coltivati principalmente nella parte centro-settentrionale dell’Europa poiché per crescere hanno bisogno di un clima abbastanza freddo.

Sai però dove nascono? E quali sono le loro proprietà? Andiamo ad analizzare insieme questo delizioso ortaggio scandagliandolo nel profondo.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Cavoletti di Bruxelles: dove nascono

Sono un ortaggio del tutto strano: queste palline verdi infatti non crescono alle estremità delle foglie ma dall’attaccamento al busto della pianta.

pianta cavoletti bruxelles
La pianta in questione (Canva)

L’alimento in questione può anche essere staccato dalla pianta e mangiato così com’è a crudo, ovviamente dopo un accurato lavaggio.

Ma perché questi ortaggi prendono questo nome? Semplice, perché le prime coltivazioni registrate furono scovate nelle zone limitrofe della capitale belga a partire dal XVI secolo. 

Le proprietà dei cavoletti di Bruxelles

Innanzitutto dobbiamo dire che si tratta di un alimento poco calorico e dunque indicato per coloro che stanno svolgendo un percorso dimagrante. Essi infatti apportano appena 37 calorie ogni 100 grammi di ortaggio.

In secondo luogo sono ricchissimi di fibre, sostanze che migliorano le funzionalità digestive, agiscono positivamente sul macrobiota intestinale e cronicizzano l’evacuazione fecale.

Contengono poi una miriade di antiossidanti, ovvero sostanze che contrastano le azioni dei radicali liberi ritardano l’invecchiamento cellulare e prevenendo patologie degenerative come Parkinson, Alzheimer o formazioni tumorali.

Ancora, svolgono una funzione protettiva per quanto riguarda il cuore ma in generale per tutto il sistema cardiovascolare.

benefici cavoletti bruxelles
Sistema cardiovascolare (Canva)

Per quanto riguarda le controindicazioni invece, il consumo di cavoletti di Bruxelles è generalmente sconsigliato in caso di colite e patologie gastrointestinali per l’elevata presenza di fibre fermentabili.