Crocchè, squisiti stuzzichini: ricetta irresistibile, facilissima

I crocchè, noti anche come cazzilli palermitani, sono una delizia da batticuore. Ecco come preparali a regola d’arte.

Crocchè vegani: la ricetta
Crocchè vegani (Foto di Pexels)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Zingara ischitana, ecco come si prepara il crostone dell’isola più bella del mondo
  2. Melenzane alla caprese cotte in friggitrice ad aria, il contorno estivo perfetto
  3. Cosa succede se mangi l’anguria prima di dormire: lo devi assolutamente sapere

In vista dell’estate non mancano occasioni per fare aperitivo con gli amici: per prenderli per la gola non resta che preparare la ricetta dei Crocchè.

Conosciuti anche come cazzilli, si tratta di una ricetta tipica della tradizione culinaria del sud Italia, in particolare di Palermo. A base di patate, sono una sorta di crocchette fritte molto golose e anche sceniche con cui mettere tutti d’accordo.

Belli e buoni, i cazzilli hanno anche il pregio di essere davvero semplici da realizzare: bastano solo le patate e i sapori per poi friggere questi stuzzichini nell’olio.

Perfetti per l’ora dell’aperitivo, possono anche essere serviti come antipasto per pranzi e cene nonché nell’ambito di feste. In ogni caso il successo è assicurato.

Crocchè, squisiti stuzzichini: la ricetta

Grazie a facili step, si dà vita a crocchè da urlo con cui conquistare tutti. Uno tira l’altro, nessuno saprà resistere: il bis non mancherà.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

parmigiana di patate senza besciamella
Patate pelate (foto da pexels di polina tankilevitch)

INGREDIENTI

  • 450 gr patate piccole farinose
  • prezzemolo q.b.
  • 2 cucchiai di amido di mais
  • sale q.b.
  • olio di semi d’arachide q.b.

PROCEDIMENTO (circa 45 min, 2 ore raffreddamento)

Scelte delle patate dalla consistenza farinosa si fanno bollire. Una volta pronte si schiacciano con il pela patate: il composto si insaporisce con il prezzemolo e il sale per poi aggiungere l’amido di mais per evitare che si sfaldi.

Si lavora con le mani per ottenere delle sorti di polpette allungate: si fanno riposare due ore in frigo.

polpo Luciana ricetta
Prezzemolo (Foto di Kai Reschke da Pixabay)

Una volta passato questo tempo si immergono nell’olio e si fanno friggere per qualche minuto: si appoggiano di seguito su un foglio di carta da cucina per assorbire l’olio. Le delizie sono pronte per essere gustate da sole per uno sfizioso spuntino o servite nell’ambito di un aperitivo gourmet.