Dieta del digiuno intermittente: un nuovo studio rivela la verità

La dieta del digiuno intermittente è una strategia alimentare usata molto spesso dalle star che vediamo in televisione o sui social. Un recente studio però ha rivelato la verità: è giusto seguire questo tipo di cura dimagrante o no? Scopriamolo insieme.

digiuno intermittente verità studio
Digiuno intermittente (HNBS da Pixabay)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Frittata di asparagi selvatici: un piatto contadino antico e dal sapore incredibile
  2. Torta di mele 3 bicchieri in padella: fare un dolce non è mai stato così veloce
  3. La vera ricetta dello stoccafisso alla messinese: un piatto antico che piace a tutti

La dieta del digiuno intermittente è stata portata alla ribalta da star principalmente americane come Nicole Kidman, Jennifer Aniston e Benedict Cumberbatch.

Si tratta di una strategia alimentare per la quale si prevede l’alternarsi di momenti in cui si può dar libero sfogo alla fame ed alla brama di cibo e momenti in cui l’alimentazione è l’ultimo dei pensieri.

Nello specifico, il lasso di tempo durante il quale ci si deve astenere dal cibo non deve essere eccessivo, ma di contro deve poter incidere sul bilancio calorico complessivo e sul metabolismo ormonale.

Vi sono due correnti di pensiero che fanno riferimento a questa cura dimagrante: quella del 5\2 in cui si può mangiar liberamente per 5 giorni alla settimana mentre gli altri due sono adibiti al digiuno e quella del 16\8 la quale consiste nel digiunare per 16 ore e mangiare per le 8 ore restanti.

Un recente studio però ha porta alla luce un’oscura verità riguardo questa dieta del digiuno intermittente: andiamo a vedere cosa hanno scoperto i ricercatori.

Dieta del digiuno intermittente: uno studio svela la verità

La ricerca è stata pubblicata sul New England Journal of Medicine, ovvero una delle riviste più famigerate e prestigiose al mondo nel campo della medicina.

I ricercatori hanno individuato 139 persone obese e le hanno sottoposte alla dieta del digiuno intermittente per 12 mesi.

studio persone obese digiuno intermittente
Persona obesa (Bru-nO da Pixabay)

I partecipanti sono stati divisi in due sottogruppi principali: al primo è stato chiesto di seguire la dieta del digiuno intermittente mangiando tra le 8 e le 16 tutti i giorni.

Al secondo invece non sono state imposte limitazioni di tempo. Entrambe le compagini dunque hanno mangiato gli stessi alimenti ma in orari diversi.

I risultati dello studio

Un anno dopo il test, i risultati sono stati sorprendenti: le persone sottoposte alla dieta del digiuno intermittente hanno perso circa 8 kg mentre l’altra compagine ne aveva persi 6,3.

Stiamo dunque parlando di una differenza poco significante per i sacrifici che richiede tale strategia alimentare.

Allo stesso modo sono risultati poco notabili anche altri parametri come la circonferenza della vita, il grasso corporeo, l’indice di massa corporeo, la massa magra, i valori di pressione sanguigna e quelli di diversi indici metabolici.

orari pasti
orari pasti (foto di Chinnapong da Adobe Stock Photo)

I risultati del test dunque evidenziano come la dieta del digiuno alimentare sia abbastanza fallimentare in quanto richieda sacrifici che non vengono ricompensati con risultati evidenti.

Qualora voleste dunque intraprendere un percorso dimagrante, non affidatevi a queste diete ed ai consigli online. Piuttosto ascoltate l’accurato parere di un esperto di settore il quale vi saprà indirizzare al meglio sull’iter da seguire.