I benefici del mangiare patate

I benefici del mangiare patate

Le patate sono l’alimento più coltivato e mangiato al mondo, le sue origini risalgono a 3mila anni prima della venuta di Cristo, anche se in Europa sono giunte solo nel XVI sec. dopo la scoperta dell’America. Contengono circa il 79% di acqua, il 15% di amido, il 2 % di proteine, lo 0,8 % di zuccheri, l’1 % di ceneri ed il 2,2 % di fibre alimentari. Hanno numerose proprietà benefiche e curative, ma a patto di non esagerare con le quantità, e possono essere cucinate in mille modi diversi, possibilmente non fritte perché non apportano molti vantaggi alla nostra salute.

Le maggiori proprietà curative delle patate sono contenute nella buccia che di solito gettiamo via prima di cucinarle. Per non perdere questi nutrienti si potrebbero far bollire con tutta la buccia e poi usare l’acqua di cottura per realizzare delle minestre. I vantaggi per il nostro organismo sono presto detti: grazie alla presenza di caconina e solanina si impedisce la proliferazione delle cellule tumorali e contrastano i succhi gastrici, i nemici di che soffre di gastrite o ulcera.

Le patate sono uno degli alimenti maggiormente consigliati per chi soffre di diabete, in quanto le fibre in esse contenute hanno la proprietà di facilitare l’assorbimento degli zuccheri semplici dall’intestino e di regolare la glicemia. Se si soffre di diabete si suggerisce di mangiarle un paio di volte a settimana, bollite, fredde ed in sostituzione ad altri carboidrati consumati normalmente.

Inoltre le patate hanno un grande potere saziante, quindi aiutano a perdere peso, apportano benefici anche in caso di ritenzione idrica grazie all’alto contenuto di potassio, aiuta l’organismo ad eliminare l’acqua in eccesso e influiscono positivamente sulla pressione arteriosa. Infine hanno proprietà leggermente sedative che favoriscono il sonno ed aiutano a calmare la tosse soprattutto quando questa è di origine nervosa.

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post