Panini fatti in casa: metodo semplice e veloce, basta poco

Panini fatti in casa: metodo semplice e veloce, basta poco

LA PREPARAZIONE
di Marco

Panini fatti in casa: impasto semplice e con tante varianti, devono cuocere solo 20 minuti ed è tutto molto semplice

Panini fatti in casa
Panini fatti in casa: metodo semplice e veloce

Pane o panini fatti in casa? La scelta è abbastanza sofferta. I panini, però, sono più apprezzati dai più piccoli e sono anche ideali per una farcitura con insaccati e formaggio. Non solo, si tratta di una vera e propria comodità perché possono andare tranquillamente in congelatore. Sì, possiamo congelarli e tirarli fuori quando ci pare per metterli in forno e consumarli come se fossero appena fatti. In questo articolo vi forniremo dei consigli sugli ingredienti da utilizzare e sul procedimento. Tuttavia, potete comunque variare cambiando la farina con quella integrale, oppure aggiungendo dei pomodorini secchi, origano, sesamo quant’altro. Insomma, con i panini fatti in casa, con le vostre mani, potete fare davvero quello che volete.

Panini fatti in casa: ricetta semplice e veloce

In primis, utilizzate una ciotola per sciogliere il lievito con l’acqua a temperatura ambiente. Inserite la farina a pioggia. Poi, andate col sale, l’olio e cominciate la lavorazione impastando con energia. Otterrete dopo qualche minuto un impasto omogeneo. Questo è il momento di riposare, per voi, e di lievitare per il vostro impasto. Dovrete lasciarlo lì, coperto con pellicola o un panno, per almeno un’ora. Dopo, prendete l’impasto e suddividetelo in piccoli panetti, spolverateli con la farina ed applicateci sopra una incisione. Adesso, lasciateli riposare per 10 minuti e cominciate ad accendere il forno facendolo riscaldare alla temperatura di 250 gradi. Nel ripiano inferiore, mettete una teglia con dell’acqua. Su quello superiore, la teglia con i panini. Il tempo di cottura? Circa 20 minuti a forno ventilato. Se avete un forno statico cuoceteli a 200°/190°. Vi accorgerete che sono pronti quando raggiungeranno una doratura ‘invitante’ sulla superficie. Il tempo minimo è di 20 minuti, ma talvolta può cambiare qualche semplice passaggio. Però, insomma, fate attenzione a non farli bruciare!

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post