Perché il riso rosso è rosso? La risposta che non hai mai trovato

Cucinando spesso ci vengono domande a cui non sappiamo rispondere circa la forma, la consistenza e le fattezze degli alimenti. Una di queste ad esempio è “Perché il riso rosso è effettivamente rosso?”. Andiamo a scoprire la risposta che non hai mai trovato.

riso rosso benefici proprietà
Riso rosso (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Torta alle mele, la versione super light senza grassi e poche calorie. Da provare!
  2. Insalata di mare, la ricetta che porta a tavola il profumo autentico dell’estate
  3. Calamari ripieni al profumo di limone, un secondo piatto da leccarsi i baffi! Pronto in pochi minuti

Il riso rosso, come tutte le tipologie di riso, è tipico dell’Oriente ma viene coltivato anche qui in Italia. Presenta un profumo ed un sapore inconfondibile ed i benefici che offre all’organismo sono pressoché infiniti.

Ne esistono diverse varietà come il Thay, il Java ed il Camargue ma vi siete mai chiesti il perché di questa colorazione rossa?

Andiamo a scoprirlo insieme analizzando il contenuto di questo alimento ed approfondendo tutti i benefici che fornisce al corpo umano.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Perché il riso rosso è rosso? La risposta che non hai mai trovato

Il colore rosso è dato dai polifenoli, noti antiossidanti in grado di rimandare l’invecchiamento cellulare e di far evitare la contrazione di patologie come il morbo di Parkinson, quello di Alzheimer o l’artrite.

riso rosso parkinson
Il morbo di Parkinson (Canva)

Il riso rosso poi è anche ricco di vitamine e di sali minerali, in particolare il ferro e di fibre, le quali favoriscono un corretto transito intestinale migliorando e cronicizzando l’evacuazione.

Infine è anche utile per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e favorisce il dimagrimento grazie alla sua potente funzionalità saziante.

Come cuocere il riso rosso?

Essendo un riso integrale si cuoce per assorbimento e dunque non andrebbe mai scolato. Si dovrebbe inoltre prima lavare e poi mettere in ammollo per almeno 2\3 ore.

Trascorso il tempo di ammollo, si elimina l’acqua e si mette in pentola con circa il doppio del volume di acqua, rispetto al volume a secco.

A questo punto si aggiungerà una manciata di sale grosso e si attenderà che bolla. Quando arriverà tale momento, si abbassa la fiamma e si cuoce senza mescolare per circa 20\30 minuti.

come cuocere riso rosso
Il risultato finale (Canva)

Infine andrà spenta la fiamma e lasciato riposare per circa un quarto d’ora. Certamente la sua preparazione non è delle più celeri ma il suo gusto è a dir poco inconfondibile se condito con i giusti ingredienti.

Impostazioni privacy