Tazze e piattini rotti o spaiati? Non buttarli, ecco alcune idee per riciclarli

Con alcune idee di riciclo creativo piattini e tazze possono trovare nuova vita e usi alternativi. Ci sono tanti modi per riutilizzare oggetti di pregio o a cui siamo affezionati e che proprio non vogliamo buttar via.

riciclare tazze piattini rotti spaiati
Tazze e piattini spaiati (Pinterest@etsy.com)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Lo scarpariello in versione gourmet, sempre semplice ma ancor più gustoso
  2. Ecco come fare una chiffon cake morbidissima, alta e perfetta
  3. Pasta con gamberi, pistacchi e un ingrediente speciale in un mix perfetto

Capita a tutti di ritrovarsi in casa piatti, piattini, tazze da tè e tazzine da caffè rotte o quantomeno sbeccate o servizi interi ridotti a solo qualche pezzo che rimane pure spaiato.

La conseguenza sarebbe quella di eliminarli togliendo solo quello che diventa un inutile ingombro. Ma in realtà, se gli oggetti sono di buona qualità, una porcellana o ceramica di pregio, o semplicemente perché ci piacciono o sono legati ad un ricordo, si può cercare di recuperarli.

Sì, basta solo aguzzare l’ingegno e dar sfogo alla creatività e si possono trovare usi alternativi per riciclare questi utensili cambiando loro destinazione di utilizzo o facendoli diventare puri elementi decorativi o utili strumenti.

Come riciclare i piatti e le tazzine : alcune idee utili e creative

Innanzitutto dobbiamo distinguere tra gli oggetti rotti o quelli semplicemente spaiati ma integri e in buono stato. Le destinazioni potranno essere diverse.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

tazza portapiante riciclare tazze piatti rotti spaiati
Tazze usate come portapiante (Pinterest@simplepraticalbeautiful.com)

Le tazze da tè in buone condizioni possono diventare dei pratici portaoggetti di piccole dimensioni, ma anche dei vasetti per piccole piantine grasse ad esempio. Un altro uso può essere quello di adoperarle come ciotola per il cibo dei gatti.

Con i piattini spaiati ma integri possiamo fare dei porta sapone, o delle basi su cui far sgocciolare i dispenser di liquidi. Ma anche utilizzarli come sottobottiglia per il vino a tavola o come sottovasi per le piante.

Passando all’aspetto prettamente decorativo, è possibile comporre delle decorazioni da parete usando piatti e tazze. Un’idea è quella di incollare con la colla a caldo la tazza di piattino e poi inserire dietro un gancio per appenderlo.

Un’altra è quella di costruire un orologio da muro con un supporto di legno come base sul quale andare ad incollare i vari piattini e/o tazzine in forma circolare a rappresentare i numeri delle ore e poi inserire al centro un meccanismo che segnerà il tempo.

Cosa fare con piattini e tazzine rotte

Se invece i piattini e le tazze sono sbeccate o anche molto rovinate e rotte, per riciclarli si può comporre un mosaico.

Immaginare prima il quadro che si ha in mente di realizzare calcolando il materiale disponibile. Se servono pezzi più piccoli di quelli che ci sono si può avvolgere piatti e tazzine in un canovaccio e con un martello romperli ulteriormente, facendo attenzione a non frantumarli troppo.

Poi con i piccoli pezzi e la colla a caldo, su di una base di legno si può dar vita ad un immagine o una rappresentazione astratta che ben combina colori e disegni e che esprime uno stato interiore, un’idea.

mosaico tazze piatti riciclare rotti spaiati
Mosaico con piatti e tazze rotte (Pinterest@hometalk.com)

Se non è la decorazione il vostro obiettivo potrete comunque usare pezzetti di tazze e piattini come pietra drenante per le piante. Basterà inserirli sul fondo del vaso e si riveleranno più utili di quello che avremmo pensato.