Pagano 500 euro per due bistecche. Lo scontrino scatena il caos: dov’è successo

Questa volta non è il conto del ristorante dello chef stellato ad essere salato. A far lievitare il prezzo a 500 euro, sono le bistecche!  Una carne poco conosciuta in Italia ma che ha cominciato a far parlare di sé.

bistecche 500 euro
Fette di carne Wagyu sulla griglia (Foto di makafood pexels)

Ogni giorno leggiamo un articolo su uno scontrino emesso in un ristorante stellato: Alessandro Borghese e Carlo Cracco sono due nomi che leggiamo spesso per le loro ricette tanto fantasiose quanto speciali. A questi nomi se ne aggiungono molti altri, sono gli chef stellati che ci incuriosiscono con i loro piatti,

I loro nomi risaltano anche per la diffusione dello scontrino da parte di chi, nel frequentare i loro ristoranti, si delizia oltre che con gli occhi, anche con il palato.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Un hamburger da 125,00 euro

Salt Bea è il nomignolo con cui conosciamo Nusret Gökçe, il turco che utilizza il gomito per spargere il sale sulla carne. Il suo video è divenuto virale. Ha iniziato la sua carriera come macellaio ad Istanbul dove ha aperto il suo primo ristorante. Oggi ne conta 9 in giro per il mondo di cui uno anche a Milano

Gli hamburger sono il punto di forza del suo menù: una coca cola ed un hamburger hanno un costo di 125,00 euro. Il piatto forte è invece rappresentato dalla bistecca Golden Giant Tomahawk da 1.700,00 euro. Se vuoi approfondire leggi l’articolo indicato in fondo.

 

bistecche 500 euro
Fetta di carne Wagyu (Foto di moreau tokyo unsplash)

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Voglia di un primo leggero? Questo con la crema di zucchine non ti appesantisce ed è velocissimo
  2. Il cibo del futuro puoi trovarlo già su qualche scaffale e fa tanto bene all’ambiente
  3. Nasello alla pizzaiola, la cena perfetta per concludere la settimana. Leggero e gustoso

 

LE BISTECCHE DA 500 EURO

Non è un ristorante stellato ad aver presentato un scontrino da più di 500,00 euro ma un ristorante di Valle di Maddaloni in provincia di Caserta. Giuseppe Russo e Federica Franco, food blogger de “Il mio viaggio a Napoli” qualche giorno fa si sono recati in una steak house del casertano per assaggiare la poco conosciuta carne Wagyu.

Dallo scontrino possiamo notare come solo la carne sia costata 350,00 euro per un taglio da 1 chilo e 700 grammi. La notizia è stata pubblicata da CasertaCE.it e poi ripresa da altre testate. Ma perché questa carne costa così tanto?

 

bistecche 500 euro
Fette di carne Wagyu (Foto di KamranAydinova Freepik)

 

SCONTRINI FAMOSI

LA CARNE WAGYU

Il nome deriva da Wa come Giappone e da Gyu come manzo. Wagyu Miyabi è il manzo, da cui deriva questa carne, allevato nei grandi pascoli giapponesi. La caratteristica di questa carne è la marezzatura, ossia le infiltrazioni di grasso nei tessuti.

La qualità di questa carne comincia dall’allevamento non intensivo: gli animali vengono nutriti con erbe di qualità, solitamente timotea che conferisce un profumo particolare e abbeverati con acqua imbottigliata; vivono in ambienti puliti e controllati.

Il grasso si scioglie ad una temperatura inferiore e contribuisce a rendere la carne tenera. La percentuale di acido oleico supera il 55%, quasi quanto l’olio di oliva, con effetti benefici sulla riduzione del colesterolo cattivo. La carne è seguita da una tracciabilità precisa e corredata da un certificato di garanzia.

Non rimane che assaggiarla ma solo un pezzettino! E da oggi, quando entrate in un ristorante fate attenzione non solo alle stelle degli chef ma anche al prezzo della carne!