Dimmi che pancia hai e ti dirò come dimagrire

Dimmi che pancia hai e ti dirò come dimagrire

La pancia è il luogo dove si accumula per primo il grasso in eccesso, formatosi a causa di una errata alimentazione e di uno stile di vita troppo sedentario e non dedito all’attività fisica. Quindi per avere una pancia piatta sarà necessario rimettere ordine al proprio modus vivendi e agli alimenti che mettiamo in tavola. Ma forse non tutti sanno che la forma della pancetta ha diversi significati e modi di smaltirla…

La pancia gonfia è causata solitamente da un eccesso di gas intestinali provocati da una cattiva digestione, da un’intolleranza alimentare o comunque da una sbagliata alimentazione. Il primo consiglio è quello di accertarsi di non avere intolleranze alimentari ed eventualmente mettere da parte certi cibi. Il secondo consiglio universalmente valido, soprattutto se si soffre di stitichezza, è di mangiare più frutta e verdure, bere almeno due litri di acqua al giorno. Tra gli ingredienti naturali più adatti a deliminare i gas intestinali ricordiamo il finocchio e il cumino.

La pancia a rotoli, alias maniglie dell’amore, è provocata dalla vita sedentaria cui spesso siamo costretti a sottostare per motivi di lavoro, anche se non è da escludere un eccesso di zuccheri e prodotti farinacei. Per smaltire questo tipo di pancia è indispensabile fare un po’ di ginnastica e/o camminare almeno 30 minuti al giorno a passo svelto, aggiungendo qualche esercizio per gli addominali. Eliminate dolci e farine, bandite alcol e bibite gassate, optate per cibi sani e freschi come il pesce, i cereali, la frutta e le verdure.

La pancia da stress è causata dai ritmi di vita frenetici, quando si saltano i pasti o si mangiano troppi cibi confezionati o snack. Il primo consiglio da dare è di sedersi a tavola, mangiare con calma e ritagliarsi le giuste pause per stare seduto con tranquillità. Da bandire i cibi troppo raffinati, praticare attività fisica che aiuta a scaricare anche lo stress oltre che a perdere peso, fare esercizi per gli addominali e assumere alimenti ricchi di magnesio come la frutta secca (in modiche quantità), verdure e semi oleosi.

C’è anche la pancia post parto che solitamente resta per 6-7 settimane dopo il parto. In tal caso si consigliano cibi ricchi di omega 3, frutta secca e acidi grassi insaturi. E una buona dose di pazienza senza aver fretta di doverla smaltire prima del tempo.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post